Flop del Grande Fratello 12: si chiude in anticipo?

Per la prima volta il Grande Fratello, a causa del flop di ascolti, potrebbe chiudere i battenti in anticipo. A dare la notizia è "Vero Tv" – e rilanciata da Leggo – secondo cui «Da indiscusso campione di ascolti, la casa di Cinecittà si è trasformata all’improvviso nella meno spiata dagli italiani, tanto che la sua chiusura potrebbe essere anticipata a marzo». Non mettendo in conto la forte concorrenza dello show di Fiorello, "Il più grande spettacolo dopo il week-end", la dodicesima edizione del Grande Fratello ha raccolto al massimo 4 milioni di telespettatori e il 15% di share.

Ma Fiorello ha chiuso i battenti e non può essere più utilizzata come scusa per il calo di ascolti tv del Grande Fratello 12. All’indomani degli ultimi ascolti tv del reality, Alessia Marcuzzi spiega quali sono secondo lei le motivazioni che portano l’edizione 12 a  non raggiungere un largo consenso, rendendo noto che al calo di ascolti è «abituata, è successo anche l’anno scorso, quando è partito bene e poi ha avuto un calo fisiologico in concomitanza con il programma di Fazio e Saviano. Quest’anno c’era Fiorello e noi non siamo ma andati sotto il 14% di share. La verità? Non mi sono mai davvero preoccupata, so che le persone da casa hanno bisogno di tempo per affezionarsi ai ragazzi».

Secondo la conduttrice, quindi il pubblico ha bisogno di affezionarsi alle storie dei ragazzi, infatti aggiunge: « A me ancora entusiasma perché non è mai uguale a se stesso. Cambiano i concorrenti, cambiano le situazioni, cambiano i sentimenti. Per me il GF resta soprattutto un esperimento sociologico capace di raccontare quel particolare momento in cui due persone iniziano a piacersi e corteggiarsi. E poi ci becco sempre. Seguendoli in tv mi accorgo prima di loro stessi quando sta nascendo qualcosa. Mi è capitato lo scorso anno con Andrea e Margherita. E sono sicura che capiterà di nuovo in questa edizione con due concorrenti che ancora non sanno di piacersi.» Per gli amanti del reality, non resta quindi che sperare in qualche idea geniale degli autori!