Trovata la bara di Mike Bongiorno nei campi vicino Milano

La bara e la salma di Mike Bongiorno, rubate nella notte tra il 24 e il 25 gennaio scorso dal cimitero di Dagnente (Novara), sono state ritrovate ieri a Vittuone, località a settanta chilometri dal cimitero in cui è avvenuto il reato. Il feretro, è stato ritrovato integro e porta la targa con le date di nascita e di morte del conduttore. Il ritrovamento è avvenuto intorno alle 14 da un uomo che stava passeggiando con il suo cane.

L’uomo, quindi, si è presentato alla caserma di Sedriano, raccontando di aver notato una bara nel fontanile. I carabinieri di Milano e di Novara, che stanno svolgendo le indagini, hanno comunicato che la conferma ufficiale che si tratti di Mike Bongiorno arriverà solo dopo gli accertamenti del Ris attraverso le analisi delle impronte digitali e del Dna della salma. Il figlio primogenito, Michele Bongiorno, ha dichiarato: «Ora stiamo bene. Siamo felicissimi che sia stato ritrovato il corpo, anche perché è sempre stata l' unica cosa che ci interessava davvero».

Ha preferito il silenzio la vedova di Mike Bongiorno, Daniela Zuccoli, e l' altro figlio Leonardo. Sono stati tanti i messaggi d' affetto verso la famiglia dai colleghi e amici del conduttore: Fiorello su Twitter "Bellissimo regalo di Natale alla sua famiglia e a quanti gli hanno voluto bene", Albano Carrisi ha dichiarato «Mi auguro che sia davvero tutto finito. Lasciamo riposare in pace il mio amico», mentre Jovanotti su Twitter ha mandato «Un fortissimo abbraccio a Daniela, Nicolò, Michele e Leolino!! Allegriaaaaaa!».