11.4 C
Napoli
martedì, Novembre 30, 2021

Ostie con farina allucinogena? Bufala smentita dall’Arcidiocesi di Campobasso.

Le storie pi lette

Una bufala a 360° quella pubblicata da Abruzzo 24, in cui informava i lettori che i fedeli presenti ad una messa tenuta nella Chiesa dello Spirito Santo a Campobasso avrebbero ingerito ostie contaminate da LSD, e si è parlato di farina allucinogena. Intanto l’Arcidiocesi di Campobasso Bojano smentisce la notizia che ha subito fatto il giro del web creando non pochi scompigli. Ma nel pomeriggio della giornata di ieri la baruffa è stata messa a sedere con un comunicato stampa apparso sempre sul sito dell’Arcidiocesi: “L’Arcidiocesi di Campobasso-Bojano, l’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali e l’Ufficio Stampa diocesano, smentiscono categoricamente quanto appreso sui quotidiani regionali e nazionali, in quanto la fonte della notizia (Abruzzo 24 quotidiano on line) diffusa ampiamente anche a livello nazionale evidenziandone un chiaro attacco verso la Chiesa Cattolica con speciali e “Forum” esclude ogni attendibilità. Nella diocesi di Campobasso-Bojano non esiste alcuna Chiesa del Santo Spirito né un parroco di nome don Achille e di conseguenza il fatto non sussiste“. E infine il comunicato si conclude così: “Bisogna rispettare il sacro in quanto tale e questo vale anche a chi non crede“.

Tuttavia su Facebook i commenti alla notizia, pubblicate sulle fanpage delle maggiori testate, sono stati tantissimi. E tra interventi ironici e non alcuni utenti hanno fatto notare come non esista una ‘Chiesta dello Spirito Santo‘ a Campobasso e commentando l’articolo direttamente su Abruzzo 24 hanno specificato che questo ‘Don Achille’ (il parroco che avrebbe distribuito l’ostia), non esiste in realtà.

Questo, è in breve, il contenuto della notizia:

Don Achille, parroco a Campobasso, ha passato, è il caso di dirlo, davvero un brutto quarto d’ora. Dopo aver distribuito la comunione ai fedeli, li ha visti letteralmente dare di matto. Pare che l’ostia consacrata e distribuita dal sacerdote fosse contaminata, ed era diventata praticamente LSD. C’era chi sosteneva di vedere il proprio santo prediletto, chi in balia di visioni infernali abbracciava il crocifisso, chi rubava il calice del vino al prete, il povero don Achille, costretto a nascondersi in confessionale inseguito da due vecchine che lo prendevano a borsettate dandogli del demonio.

Altre storie

Potrebbe anche interessarti

Torino, tremenda esplosione: crolla una palazzina

Torino, tremenda esplosione: crolla una palazzina

0
Nella periferia Torino, in strada Bramafame, un'esplosione ha tirato giù una palazzina di due piano. Lo scoppio registrato alle 9.00 circa di questa mattina,...

Estrazioni del SuperEnalotto, Lotto del 12 agosto 2021

0
Estrazione Lotto e SuperEnalotto di oggi, giovedì 12 agosto 2021. Cresce l'attesa per la fortunata combinazione del sei per un montepremi che ammonta a...

Ultimi articoli