Un complotto per eliminare il Papa, scoop de Il Fatto Quotidiano

Il Papa morirà, questo è in sintesi il contenuto choc dell’appunto riservato che oggi verrà pubblicato integralmente da Il Fatto Quotidiano, il giornale diretto da Antonio Padellaro. L’articolo, a firma del giornalista Marco Lillo, tramite questo documento, annuncia un presunto “complotto” nei confronti di Benedetto XVI.
Il documento, datato 31 dicembre 2011, è arrivato in Vaticano questo gennaio, è stato scritto in tedesco in modo da farlo circolare il meno possibile evitando così che la notizia venisse divulgata troppo rapidamente.
L’appunto è stato consegnato dal cardinale Castrillon al Papa, e riporta quanto riferitogli dall’arcivescovo di Palermo Paolo Romeo. L’incredibile annotazione ha come base i colloqui riservati avvenuti a margine della visita cinese del Pontefice tenutasi nel novembre scorso.
Nella nota sarebbe riportata una conversazione dell’arcivescovo di Palermo in cui afferma che il Santo Padre correrebbe un grosso rischio e che si teme un attentato entro 12 mesi.
Il possibile successore di Papa Ratzinger è per, l’arcivescovo di Palermo, Pietro Scola che attualmente ricopre la carica ecclesiastica di arcivescovo di Milano.

L’annuncio della notizia è stato dato durante la trasmissione «Servizio Pubblico» di Michele Santoro
Poco dopo non è mancata la del Vaticano, attraverso padre Federico Lombardi, portavoce della Santa Sede: «Si tratta evidentemente di farneticazioni che non vanno prese in alcun modo sul serio. Siamo alla follia».