11.2 C
Napoli
venerdì, Dicembre 3, 2021

Gli Uffizi rispolverano gli arazzi

Le storie pi lette

Il 20 marzo alla Galleria degli Uffizi a Firenze sarà innaugurata la mostra “La galleria degli arazzi. Epifanie di tessuti preziosi”.
L’esposizione avrà il compito di far conoscere al pubblico della Galleria un settore prezioso delle sue collezioni, la cui antica fama si stava eclissando a causa di un’assenza durata decenni dalle sale aperte ai visitatori.
Visto che gli arazzi sono opere d’arte molto delicate, che possono degenerare facilmente a causa della luce, la polvere e la trazione conseguente all’appendimento e quindi non possono essere esibiti per lassi di tempo troppo lunghi, quelli della Galleria degli Uffizi nel 1987 furono rimossi dai suoi corridoi e furono collocati nelle stanze della riserva.
Finché non saranno disponibili le sale al piano terreno dell’edificio, appositamente progettate per ospitare gli arazzi sia pure in una ragionata turnazione nel tempo, queste opere rimarranno in quei locali attrezzati per la loro migliore conservazione.
La mostra, in attesa della riapertura delle sale al pian terreno, consentirà di visionare diciassette arazzi desunti da otto serie delle migliori collezioni del museo, esponendo opere di manifattura fiamminga del Cinquecento (desunte dalle serie delle Storie di Giacobbe, delle Feste alla Corte dei Valois e delle Storie di Annibale) e panni di manifattura fiorentina del Cinquecento e del Seicento (da quelli devozionali del ciclo del Salviati, dalle serie delle Storie fiorentine, delle Cacce, della Passione di Cristo e delle Storie di Fetonte), oltre a due Portiere con stemmi medicei.

Altre storie

Potrebbe anche interessarti

Il mondo Perugina sorprende ancora con il Bacio Gold al caramello

0
Lasciamoci coccolare da un pensiero dolce. Settembre è ormai arrivato, il caldo man mano si attenua e aumenta invece la voglia di caldo e...

“Elogio alla dolcezza”: è la vera forza che ci salverà dall’egoismo...

0
Lontano da facili lirismi, il saggio di Beatrice Balsamo è un inno alla dolcezza. Una virtù ormai rara ma che va preservata perché capace...

Ultimi articoli