Movimento dei Forconi: corteo a Palermo

Mariano Ferro, leader del Movimento dei Forconi, l’aveva annunciato ieri: «Domani il Movimento dei Forconi torna a manifestare e lo vorrà fare con un’azione importante: vogliamo entrare nel Palazzo dell’Assemblea regionale siciliana per occuparlo. E se questo non sarà possibile allora quel Palazzo lo accerchieremo».

Sulla ripresa della protesta aveva inoltre aggiunto: «Sarà alzata la posta, e questo sarà la logica conseguenza della mancanza di risposte e di considerazione nei confronti delle esigenze che abbiamo manifestato. Abbiamo ricevuto attacchi, quelli sì, ma non risposte. Anche oggi ci viene detto che cerchiamo solamente visibilità, la ribalta mediatica. Ma noi ci facciamo scivolare tutto addosso, specie quando simili risibili accuse ci vengono da chi quelle risposte che ancora oggi non dà avrebbe dovute darle da tempo alla Sicilia avendo, o avendo avuto, anche responsabiltà di governo».

E così i Forconi oggi si sono nuovamente radunati a Piazza della Pace e quindi davanti alla sede della Serit, la societa’ di riscossione, accusata di essere “tra i responsabili della strozzatura delle imprese”. Mariano Ferro, dichiara: “Stringeremo d’assedio l’Ars, pronti a occupare un palazzo i cui politici non fanno il loro dovere contro la crisi e per lo sviluppo”.  Adesso i dimostranti stanno raggiungendo l’Assemblea regionale siciliana. Qui hanno intenzione di occupare Palazzo dei Normanni. Il presidente dell’Ars, Francesco Cascio, su twitter si è detto pronto ad un incontro. “Alle 15.30, in Sala Rossa, incontrerò i rappresentanti del movimento dei Forconi, insieme ad alcuni capigruppo del Parlamento regionale”.“

I manifestanti ha espresso chiaramente la loro sfiducia verso i tavoli tecnici congiunti Regione-governo nazionale: “Si sono rivelati un bluff, ma ce lo aspettavamo. Ecco perche’ avevamo chiesto di farne parte. La politica si conferma sorda. E allora ci faremo sentire”.