Napoli, musei gratis: calendario delle mostre Marzo 2012


Napoli, città d’arte, ha organizzato per gli appassionati della cultura e dell’arte alcune mostre da visitare gratuitamente. Ecco gli eventi in programma:

Nei labirinti dell’astratto. II Edizione: Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea a cura di Giorgia Loda e Ilaria Galiano. La Seconda Edizione della mostra internazionale d’arte contemporanea dal titolo Nei labirinti dell’astratto si terrà dal 29 marzo all’14 aprile 2012 presso il Complesso Monumentale di San Severo al Pendino. L’esposizione approfondisce i meccanismi, i linguaggi e le tecniche che si orientano sull’astrattismo, ovvero su quella pittura che non rappresenta la realtà e che esprime contenuti nella libera composizione di linee,forme e colori. Obiettivo della mostra è suscitare nel visitatore emozioni interiori, utilizzando unicamente la capacità dei colori di trasmettere delle sensazioni. San Severino al Pendino, via Duomo – Orario: dal lunedì al sabato ore 9,00 -18,30. Ingresso gratuito.

Antonio Solvino in mostra a Castel dell’Ovo: Presso le Sale delle Terrazze di Castel dell’Ovo si svolgerà, dal 18 al 30 marzo 2012 la mostra “Solvino”. L’inaugurazione si terrà domenica 18 marzo alle ore 10.00. Durante i giorni feriali la mostra sarà aperta dalle ore 10.30 alle ore 16.00, mentre nei giorni festivi dalle 10.00 alle 13.00. Ingresso gratuito.

”Fragmenta” – Mostra Personale di Giuseppe Falconi: Fragmenta è la nuova mostra progetto di Giuseppe Falconi, a cura di Federica Coscino, che sarà presente dal 10 al 25 marzo 2012, al Castel dell’Ovo, nella Sala delle Prigioni. I frammenti di un percorso visivo diventano – in quest’ultimo allestimento – la sintesi della ricerca dell’artista napoletano che ancora una volta trova forma in un rinnovato linguaggio creativo. Saranno esposte opere di grandi dimensioni, che focalizzano “pezzi” di umanità, attinti nell’inconscio, stralci di vissuto e di idee che si materializzano nelle rappresentazioni. Ingresso gratuito.

Oltre la paralisi: Mostra collettiva di arti visive e performative dal 10 al 24 marzo al PAN. A cura di Lorenzo Mantile e Domenico Esposito, coordinamento di Giuseppina Di Pasqua. Si è data voce alla paralisi e alla ricerca del suo “oltre”, attraverso una progettazione che rispecchiasse il particolare processo di aggregazione di Urto!, ossia l’unirsi spontaneo di tante individualità connesse ad una Rete Informale, il cui unico fine è la libera espressione del talento artistico in uno spazio pubblico, quale contributo per una società migliore. In questa progettazione si è rivolto un invito aperto agli artisti, per immaginare e rappresentare la paralisi sotto tutti i suoi aspetti: politici, poetici, scientifici, musicali, teatrali, filosofici, culturali, antropologici, sociali, senza alcun vincolo espressivo di tecnica o di linguaggio. Lunedì – sabato 9.30 alle 19.30. Domenica 9.30-14.30. Ingresso gratuito.

Più Falso del Vero: Una Mostra multipla, quasi un ciclo di eventi d’Arte costruiti senza soluzione di continuità intorno a un’idea, quella che si svolge alla Sala Carlo V del Maschio Angioino. Curata da Beppe Palomba per l’Accademia della Bussola, “Più Falso del Vero” nasce dalla riflessione sulla percezione del reale e di come l’Arte modifichi, trasformi, in definitiva falsifichi la Realtà, nel momento stesso in cui la interpreta e la rappresenta, o ne suggerisce varianti. La manifestazione si articola in tre momenti espositivi, due personali inframmezzate da una collettiva degli Artisti dell’Accademia.  La Mostra resterà aperta fino al 9 Aprile tutti i giorni feriali dalle 9 alle 19

La memoria come strumento di coscienza creativa: Sabato 3 marzo si è inaugurata, al Museo Archeologico di Napoli,  la mostra dell’artista Anna Maria Pugliese organizzata dal Servizio Educativo della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei e inclusa nella sezione “Attori, artisti, poeti al MANN” della XVII edizione degli “Incontri di Archeologia”. L’originaria sacralità della natura e l’originaria sacralità della parola: due valori, secondo Anna Maria Pugliese, ai quali può ancora chiedersi di fornire linfa al nostro presente per ridargli vita e senso. Quindi Natura e Parola, e la Memoria come «strumento di coscienza creativa», per usare le parole dell’artista. È questa la ragion d’essere della mostra al Museo Archeologico, che affonda lo sguardo in quei luoghi in cui le radici della nostra identità rivelano la loro persistente presenza. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 19 aprile 2012. Il museo è chiuso martedì e resta aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30. Ingresso 6,50€, gratuito per coloro che hanno meno di 18 anni e per chi ha un’età superiore ai 65.

“SALQA UYWA” Animali selvatici del Sud America: La mostra, allestita nell’ottocentesco Museo Zoologico del Centro Museale dell’Università di Napoli “Federico II”, espone immagini di animali selvatici del Sud America realizzate da V. G. Russo nel corso delle spedizioni naturalistiche nelle aree più incontaminate del Perù e dell’Ecuador. Il Centro Museale è fortemente impegnato nella diffusione della cultura scientifica nella società attraverso ricerche ed iniziative tese alla salvaguardia del patrimonio naturalistico ed alla difesa dell’ambiente. Le immagini della fauna selvatica delle regioni più caratteristiche del Sud America, dalle foreste pluviali dell’Amazzonia peruviana, agli altopiani della Cordigliera delle Ande, sino all’arcipelago vulcanico delle Galapagos, le “isole di Darwin”, hanno l’obiettivo di sensibilizzare sulla situazione in cui versano gli habitat e gli ecosistemi della Regione Neotropicale, promuovendo la conoscenza di gioielli faunistici che rischiano di scomparire. La mostra sarà aperta fino al 31 maggio 2012. Ingresso adulti: 2,50€, ragazzi max 16 anni: 1,50€

Mordillo, il mondo senza parole: “Mordillo, il mondo senza parole” è la prima grande retrospettiva completa in Italia dell’autore e umorista argentino Guillermo Mordillo, classe 1932, giramondo che sa parlare senza parole ai bambini e agli adulti, curata dal Museo Luzzati di Genova e realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli. Mostra aperta fino al 1 aprile 2012 al PAN. Ingresso gratuito.