Siria news: terrorismo a Damasco, 2 bombe e 27 morti

In Siria sono i numeri che spaventano e ormai siamo di fronte ad un bilancio che supera le 8.000 vittime. Combattimenti sanguinosi e un esodo che consta 30 mila profughi e altri eventi drammatici sembrano non terminare. Da quanto si apprendere dalle agenzie locali, a Damasco, sarebbe avvenuta una terza esplosione, probabilmente a bordo di un autobus dell’Esercito di liberazione della Palestina.

I primi attacchi si sono verificati questa mattina intorno alle 8,30 locali (le 6,30 in Italia). La televisione siriana parla di almeno 27 persone uccise tra civili e militari. Gli attentati, che sembrano essere di matrice ‘terroristica‘, sono stati compiuti con autobombe prendendo di mira le sedi della sicurezza siriana.

La prima esplosione è avvenuta nei pressi del quartier generale dei servizi di intelligence dell’aeronatica militare siriana, la più temuta agenzia di controllo e repressione. La seconda, invece, nei pressi dell’ufficio della polizia criminale. Una terza, tuttavia non confermata dalla tv siriana, sarebbe avvenuta anche a bordo di un autobus appartenente ad un campo dell’Esercito di liberazione della Palestina.

Purtroppo questi non sono i primi attacchi che stanno straziando il paese, ma solo gli ultimi di una lunga serie di esplosioni avvenute in Siria. Tuttavia è palpabile la paura che al Qaeda abbia approfittato dell’anniversario delle rivolte conto il regime per spostare l’attenzione dall’Iraq alla Siria.