Verona: operaio marocchino, senza stipendio da 4 mesi, si dà fuoco

La tragedia si è consumata stamattina nel veronese, quando un operaio marocchino di 27 anni si è dato fuoco in quanto non percepiva lo stipendio da ben 4 mesi. L’episodio spiacevole è avvenuto davanti al municipio di Verona, l’uomo ha scelto Piazza Bra come scena del suo gesto drammatico. Il giovane è attualmente in condizioni gravi e ricoverato all’ospedale civile maggiore di  Verona – borgo Trengo – per ustioni al capo e alle gambe, tuttavia non sembra essere in pericolo di vita.

Il tutto si è svolto durante un presidio di protesta organizzato davanti a Palazzo Barbieri, durante il quale erano presenti anche i carabinieri. Infatti il loro intervento, quasi divino, ha contribuito a spegnere le fiamme utilizzando il drappo dei manifestanti e i quanti in dotazione. La manifestazione aveva come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica circa l’operato del Tribunale dei minori di Venezia e degli assisteti sociali.

Quando poi le fiamme sono state domate i militari sono riusciti a recuperare l’accendino e la bottiglia nella quale, il marocchino residente a Verona, aveva versato della benzina per darsi fuoco.