Florida: morto Giorgio Chinaglia, ex bandiera della Lazio

CalcioFlorida: morto Giorgio Chinaglia, ex bandiera della Lazio

Data:

E’ morto Giorgio Chinaglia. L’ex bandiera della Lazio, protagonista dello scudetto ’74, si è spento in Florida all’età di 65 anni.

A confermare la notizia in lacrime è il figlio Antony: “Mio padre Giorgio Chinaglia è morto questa mattina”. Il protagonista del primo scudetto laziale ci lascia intorno alle 9,30 dopo una settimana dalla sua operazione al cuore. In merito il figlio aggiunge. “Mio padre era stato operato una settimana fa dopo un attacco di cuore. Gli erano stati impiantati 4 stent e l’operazione era andata bene. Era stato rimandato a casa dove sembrava essersi ripreso. Stamattina si era svegliato per prendere una medicina e si era rimesso al letto. Poi sono andato a controllarlo ed ho scoperto che non respirava più. Ho provato a rianimarlo ma non c’é stato niente da fare“.

Viene definito come il bomber indimenticabile della Lazio e della nazionale. E’ stato ex presidente della società biancoceleste ed è stato il dirigente milanista Umberto Gandini, suo amico, a scrivere su twitter della scomparsa di Long John: “Ho appena saputo che un grande amico e’ scomparso prematuramente, il grande Giorgio Chinaglia. Riposa in pace, Campione!”

LA CARRIERA – Nasce a Carrara il 24 gennaio 1947 e si trasferisce con la famiglia a Cardiff all’età di nove anni.  La sua carriera ebbe quindi inizio in Galles con lo Swansea City, con cui disputò le stagioni 1964-1965 e 1965-1966. Quindi il ritorno in Italia alla Massese, Serie C, e poi all’Internapoli, sempre in C, per passare alla Lazio (neopromossa in Serie A) nell’annata 1969-1970. Nella stagione 1971-1972 vince la classifica cannonieri della serie cadetta e contribuisce con i suoi 21 gol al ritorno dei laziali in A. Anche nella massima serie continua a segnare gol a iosa: 24 nella stagione 73-74. E sarà l’annata dello scudetto bianco-azzurro. Dopodiché emigra nuovamente, stavolta per gli Stati Uniti diventando il milgior marcatore della storia della North American Soccer League: in sette anni segna 193 gol in 213 partite. Negli ultimi tempi era tornato nel giro del Cosmos, la sua ex squadra di New York, con incarichi dirigenziali, per ritornare infine alla Lazio da presidente.

Attualmente il mondo del calcio è in lutto ed Alemanno, il sindaco di Roma, twitta così: “Con la morte di Giorgio Chinaglia scompare un grande gladiatore. Un lutto per tutto lo sport e per tutta Roma”

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Governo Draghi: ipotesi scioglimento Forza Nuova

Si fa avanti una nuova ipotesi sul tavolo di...

Green Pass obbligatorio? Come e dove

In queste ore il governo sta varando regole per...

Papa Francesco: “Il chiacchiericcio è una peste peggio del Covid”

Non è la prima volta che Papa Francesco torna...

Donald Trump: ok alla trivellazione del Rifugio Artico protetto da 60 anni

Un'area tutelata in maniera rigida da 60 anni, che...