Strage di Utoya: Breivik: “Lo rifarei”

Prosegue a Oslo il processo che vede imputato Anders Behring Breivik. Il 32 enne norvegese, con simpatie per l’estrema destra xenofoba, lo scorso luglio uccise 77 giovani tra Olso e l’isola di Utoya, dove era in corso un raduno.

Nella seconda giornata del processo, Breivik che ieri ha ammesso di aver compiuto il fatto, dichiarandosi però non colpevole, avendo agito per legittima difesa, dinnanzi al giudice dice:  “Si, lo rifarei di nuovo”, vantandosi di aver compiuto il piu’ sofisticato attacco politico in Europa dalla II guerra mondiale. Sui giovani morti dice “non erano innocenti”, per poi concludere che morire o una vita in prigione per il suo popolo, costituisce per lui un grande onore.