Vasco Rossi non ha peli sulla lingua, purtroppo


C’era una volta Vasco Rossi, oggi invece c’è una rockstar in pensione che ama polemizzare su Facebook, supportato dai suoi numerosi fan che quasi mai contraddicono il proprio beniamino.
Superata la polemica con Luciano Ligabue e quella più recente con Nonciclopedia, il Blasco in questi giorni ha fatto delle nuove vittime.
La prima è stata Claudio Baglioni, protagonista di vecchie ruggini risalenti ai primi incontri tra i due, quando per un palco importante ed ambito da entrambi, il cantante fu preferito a Vasco, che tra l’altro non ha mai nascosto di non amare particolarmente la musica del cantautore romano.

Vasco non ha risparmiato di sparare a zero su altri colleghi di cui avrebbe fatto volentieri a meno, demolendo senza pietà Amedeo Minghi, Piero Pelù e Gianluca Grignani, quello dei primi tempi, che a suo dire, non era altro che una sua brutta imitazione.
L’unico uscito indenne da questa marea di giudizi sgraditi è stato Zucchero, che molto velatamente Vasco sembra quasi stimare.

Io, che sono un fan di molte tue canzoni (caro amico anche tu molto spesso hai registrato delle canzonette orribili), vorrei darti un consiglio: «perchè non lasci spento il computer e ti ritiri a vita privata come fece il grande Lucio Battisti, invece di fomentare il popolo di facebook che spesso pecca di ignoranza e poca arguzia nei propri commenti ?»