Europa in crisi, spread e borse in calo: i diversi scenari nazionali

PoliticaEuropa in crisi, spread e borse in calo: i diversi scenari nazionali

Data:

L’Europa in crisi economica – finanziaria continua a mietere vittime e a sconvolgere la scacchiera politica. Le elezioni di queste settimane dipingono nuovi scenari per il vecchio continente.

In Grecia continua il difficile e delicato tentativo del presidente Papoulias di formare un governo, dopo che le elezioni hanno fornito un quadro estremamente frastagliato, che ha portato i tre leader dei tre partiti più votati, a rinunciare alla formazione dell’ esecutivo. Il leader dei socialisti (passati dal 44% al 13%) Venizelos al termine di un incontro con Nea Democratia e Sinistra Democratica ha detto: “Adesso puntiamo a fare un governo di tecnocrati”. Domani, annuncia lo stesso leader del Pasok, ci sarà un incontro tra Papoulias e i partiti che hanno ottenuto seggi in parlamento, ad eccezione di Alba dorata, il partito di estrema destra, con forti venature naziste. Samaras, leader del partito di maggioranza relativa, Nea Democratia, si dice favorevole ad una soluzione simile. All’incontro di domani ci sarà ance Tsipras, leader di Syriza, il partito di estrema sinistra, che oggi non ha partecipato alla riunione.

Le elezioni di ieri in Germania, nel land “Reno-Westfalia“, invece rappresentano una sonora sconfitta per la cancelliera Angela Merkel. La leader della Cdu ammette la sconfitta, definendola “amara e dolorosa”. Il partito della cancelliera ha perso 9 punti percentuale, mentre per i socialdemocratici  della Spd c’è stato un incremento del 4%. La Merkel ha precisato che la sconfitta subita, non porterà a stravolgere la sua politica europea.

Legati in qualche modo alla crisi europea, anche i risultati delle ultime presidenziali in Francia, con la vittoria del socialista Hollande, la sconfitta di Sarkozy, presidente uscente, e le affermazioni di Front National, e in misura minore della gauche. Proprio domani ci sarà l’insediamento all’Eliseo per il secondo presidente socialista francese, dopo Mitterand. Nel pomeriggio primo incontro ufficiale con la cancelliera tedesca. Al centro dell’incontro “ovviamente” la crisi: per la tedesca la ricetta è rappresentata dall’austerity, per il francese dalla crescita.

La delicatissima situazione in Grecia, con il paese a rischio uscita dall’euro, le elezioni tedesche con la sconfitta della Merkel, e quindi della sua linea politica, pesano sulle borse europee. Perdono Milano: -2,74%, Madrid: -2,66% , Londra: -1,97% e Francoforte: -1,94. Sprofonda Atene, che perde il 4,27%. A completare il quadro tutt’altro che positivo lo spread Btp-Bund a 10 anni, che chiude a 424 punti. Il differenziale tra i Bonos iberici e i bund a 10 anni tocca quota 476,9 punti.

Non mancano ulteriori dati allarmanti, provenienti dall‘agenzia di rating Fitch, secondo cui una eventuale uscita del paese ellenico dalla zona euro, innescherebbe una serie di downgrade di aziende europee, che colpirebbe in particolare Spagna, Portogallo e Italia.

Un’ Europa sull’orlo del crollo economico – finanziario, cerca sul piano politico – diplomatico nuova linfa. I ministri degli esteri riuniti a Bruxelles hanno difatti approvato nuove sanzioni nei confronti del regime siriano di Assad. Società e personalità vicine al regime saranno colpite dal congelamento dei beni. Tutto ciò mentre nel paese mediorientale si continuano a contare le vittime, sia tra i soldati che tra i civili. Dubbi sulla riuscita del piano Onu-Lega araba, voluto da Annan, vengono sollevati  dai sei paesi, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, che compongono il consiglio di cooperazione del Golfo.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Governo Draghi: ipotesi scioglimento Forza Nuova

Si fa avanti una nuova ipotesi sul tavolo di...

Green Pass obbligatorio? Come e dove

In queste ore il governo sta varando regole per...

Papa Francesco: “Il chiacchiericcio è una peste peggio del Covid”

Non è la prima volta che Papa Francesco torna...

Donald Trump: ok alla trivellazione del Rifugio Artico protetto da 60 anni

Un'area tutelata in maniera rigida da 60 anni, che...