Hollande Merkel : vertice su Grecia e sul futuro dell’Europa

Concluso l’incontro Hollande – Merkel, il primo con il neo presidente francese, oggi insediatosi all’Eliseo. Tema del vertice bilaterale tra la cancelliera Angela Merkel, e il presidente socialista Francois Hollande, la crisi economica-finanziaria, che attanaglia l’Europa, e la difficile situazione politica in Grecia. Il paese ellenico si avvia a nuove elezioni, dopo quelle di 10 giorni fa, che hanno fornito un quadro estremamente diviso, rendendo impossibile la formazione di un governo.

Sulla Grecia la Merkel ha ribadito la volontà franco-tedesca, di volere il paese all’interno della zona euro. “Con Hollande abbiamo parlato di Grecia. Ho parlato con Samaras (leader di Nea Democratia) e ho detto che tutto quello che possiamo fare per aiutare la Grecia, in materia di organizzazione, lo faremo. Secondo me la Grecia rimarrà nell’ euro”.

Il presidente francese sulla Grecia ha precisato: “Voglio che la Grecia resti nell’ Eurozona. Dobbiamo fare il modo che questo sia possibile”. 

I due hanno parlato della relazione tra i due stati, e della Ue. Hollande ha ribadito l’amicizia, e i rapporti di stima e fiducia tra i due paesi. Ha poi aggiunto: “Vogliamo lavorare insieme per il bene della Ue, mobilitando gli altro paesi ell’Europa. La relazione franco-tedesca è equilibrata e rispettosa“. Sugli eurobond, e sulla crescita: che sembrano i due snodi cruciali per uscire dalla crisi europea: “Crescita non è solo una parola da pronunciare, ma da tradurre in fatti nella realtà. Bisogna mettere tutto sul tavolo, compresi gli Eurobond”.

La cancelliera dal canto suo è stata chiara: “Conosciamo le responsabilità ce sono le nostre come francesi e tedeschi per l’Europa e cercheremo soluzioni ai problemi esistenti”. A sottolineare il clima immediatamente disteso e collaborativo con il neo inquilino dell’Eliseo: “ci sono punti in comune sulla crescita”.

Nella giornata di oggi Hollande ha nominato Jean Marc Ayrault nuovo primo Ministro francese. Il sindaco di Nantes subentra a Fillon. Domani ci sarà il passaggio di poteri tra i due e nel tardo pomeriggio, inoltre verrà presentato il nuovo esecutivo francese. Aynault ha dalla sua una profonda conoscenza della lingua e della cultura tedesca, per questo è considerata la personalità adatta a trattare con Berlino sull’ Eurozona.