Pozzuoli: Imprenditore tenta il suicidio per aver ricevuto una cartella esattoriale da 15mila euro

“La dignità vale più della vita”. E’ questo il biglietto lasciato ai propri cari da parte di un piccolo imprenditore di Pozzuoli che stamattina ha tentato il suicidio sparandosi alla testa. L’uomo, 72enne, è ricoverato in condizioni gravissime all’ospedale Loreto Mare di Napoli. Il gesto disperato potrebbe essere stato dettato dall’arrivo di una cartella esattoriale di 15 mila euro.

Il fatto è accaduto a via Fedro, dove l’uomo possiede un’officina in cui vengono riparate barche ed è stato trovato dal figlio alle 11.30 di stamattina. L’uomo era solito andare in barca il sabato mattina, ma quando i familiari hanno trovato le chiavi della barca in casa e dopo aver tentato invano di contattarlo telefonicamente, si sono allarmati e hanno allertato i carabinieri. A trasportare l’uomo in ospedale è stato il personale del 118.

L’arma utilizzata, per questo estremo gesto autolesionista, è una pistola calibro 6.35 legalmente detenuta. Triste accaduto, avvenuto solo dopo due giorni dal tragico episodio nella sede dell’Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia nel bergamasco dove un uomo, in gravi difficoltà economiche, ha tenuto un impiegato in ostaggio per sei ore.