Provenzano: dubbi sul tentato suicidio

CronacaProvenzano: dubbi sul tentato suicidio

Data:


Nella tarda notte di mercoledì, nel carcere di Parma dove è rinchiuso nella sezione per i detenuti in regime di 41 bis, Bernardo Provenzano, il «capo dei capi» della mafia siciliana, avrebbe tentato il suicidio infilando la testa in un sacchetto di plastica e sarebbe stato salvato dalla prontezza delle guardie carcerarie.
La notizia è filtrata dopo oltre 24 ore e secondo il Dap (Dipartimento per l’amministrazione penitenziaria del ministero di Giustizia) il tentativo di suicido non è altro che una farsa del boss per dimostrare di avere problemi mentali.
Sottoposto recentemente a perizie che hanno stabilito che è in grado di intendere e di volere, Provenzano già da giorni avrebbe cercato di dimostrare la propria pazzia.

Rinchiuso da un anno nel carcere di Parma, dopo il trasferimento da quello di Novara, «Binnu u tratturi» ha 79 e fu arrestato l’11 aprile 2006 a termine di un lungo periodo di latitanza durato oltre 43 anni.
Convive con varie patologie, tra cui un tumore alla vescica diagnosticato nel 2011.

Stamattina il boss ha rinunciato a presenziare in videoconferenza al processo per un triplice omicidio del quale è imputato a Palermo.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Bologna, tragico incidente stradale: morta una 27enne

Tragico incidente stradale oggi registrato nella provincia di Bologna...

Scuola, bimba si sente male: inutile la corsa in ospedale

Ha incominciato ad avvertire un malore mentre ero a...

Zelensky, disponibile a un accordo: una pace senza la Crimea

Zelensky si apre a prospettive di accordo purché la...

Roma, due sorelle anziane muoiono sole in casa

Roma. Trovate morte in casa, le due sorelle di...