Euro 2012: a sorpresa la Danimarca batte l’Olanda

CalcioEuro 2012: a sorpresa la Danimarca batte l'Olanda

Data:

Con la inaspettata sconfitta dell’Olanda contro la Danimarca, si apre il girone B, di Euro 2012. Allo stadio Metalist di Kharkov (Charkiv), seconda città per popolazione dell‘ Ucraina, posta all’ estremo oriente del paese, al confine con la Russia, arbitra lo sloveno Skomina. Il girone B completato da Germania e Portogallo è considerato il girone di ferro, e la Danimarca sulla carta appare la squadra cenerentola, ma il calcio, e gli europei ancor più, sanno sorprendere.

L‘Olanda vice campione mondiale in carica si presenta con una compagine di tutto rispetto: gli “italiani” Stakelenburg tra i pali, Sneijder e il capitano Von Bommel, e ancora  il difensore dell’Everton Heitinga, De Jong mastino del City di Mancini, il talentuoso centrocampista del Barcellona Afellay e le stelle di Bayern Monaco e Arsenal Robben e Van Persie. Per la Danimarca i volti più noti sono quelli di Kjaer difensore della Roma,  il capitano Agger difensore del Liverpool, il terzino Jacobsen con un passato in Germania e in Inghilterra, l’ex Udinese Zimling, ora al Club Bruges,  il giovane gioiellino dell’Ajax Eriksen, e Bendtner attaccante ex Arsenal, ora al Sunderland.

La squadra orange parte bene, ha il pallino del gioco, fa molto possesso palla, senza però farsi mai realmente pericolosa, e così al 24° minuto, la Danimarca a sorpresa passa con Krohn-Dehli, che ottimamente servito da Simon Poulsen,  dopo un rimpallo fortunato, batte il portiere olandese, con una forte rasoiata di sinistro. I tulipani provano a riprendersi e al 35° minuto Robben colpisce il palo, con un tiro dal limite. La Danimarca non disdegna incursioni nella metacampo arancione, mettendo in evidenza una difesa dell’Olanda tutt’altro che impeccabile. Brutto primo tempo nel complesso per la squadra che due anni fa perse in finale con la Spagna il mondiale sudafricano, con i vari solisti lontano dalla forma migliore.

Nel secondo tempo la musica cambia poco, l’Olanda parte benino, Van Persie prima, Afellay poi mettono paura alla difesa danese, ma la squadra olandese appare sostanzialmente ferma, sulle gambe, incapace di far fruttare la sua superiorità tecnica. E così è ancora la squadra danese a farsi pericolosa, al 70° minuto con Eriksen, che impegna Stekelenburg, bravo a deviare in angolo, il suo tiro. Al 73° minuto assist meraviglioso (da far vedere nelle scuole calcio) di esterno destro di Sneijder, ottimo l’aggancio dell’ex milanista Huntelaar, entrato al 71° minuto per Afellay, bravissimo il portiere danese Andersen a chiudere lo specchio della porta al giocatore dello Shalke 04. Nei minuti finali un braccio di Jacobsen potrebbe rivelarsi fatale per la Danimarca, ma l’arbitro sloveno non fischia il penalty. Deludente l’esordio dell’Olanda, che ora non potrà sbagliare le due prossime supersfide con Portogallo e Germania. La Danimarca a sorpresa vince, e dal canto suo entra a pieno diritto nelle possibili sorprese di questo europeo.

Alle 20:45 a Leopoli, estremo occidentale dell’ex paese sovietico, Germania-Portogallo completerà la prima giornata di un girone, che come ha dimostrato il risultato di Olanda-Danimarca è tutt’altro che “scontato”.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Governo Draghi: ipotesi scioglimento Forza Nuova

Si fa avanti una nuova ipotesi sul tavolo di...

Green Pass obbligatorio? Come e dove

In queste ore il governo sta varando regole per...

Papa Francesco: “Il chiacchiericcio è una peste peggio del Covid”

Non è la prima volta che Papa Francesco torna...

Donald Trump: ok alla trivellazione del Rifugio Artico protetto da 60 anni

Un'area tutelata in maniera rigida da 60 anni, che...