Euro 2012 Girone C: Italia buon esordio contro la Spagna

DANZICA – Buon debutto a Euro 2012 per l’Italia di Prandelli che strappa un pari per 1-1 (Di Natale 60′, Fabregas 64′) alla Spagna campione del Mondo e d’Europa in carica. A sorpresa Del Bosque non schiera una punta di ruolo affidando l’attacco a Silva, Fabregas, Xavi e Iniesta. I piccoletti delle Furie Rosse all’8 creano problemi in area azzurra ma è bravo De Rossi con un doppio intervento a stoppare Fabregas. All’11 è Silva, che approfitta di un retropassaggio sbagliato di Balotelli, ad andare verso la porta ma il suo tiro è debole, para Buffon. L’Italia si vede al 13′ con una punizione (procurata da Cassano) dal limite di Pirlo, Casillas respinge con qualche difficoltà. Gara che si gioca intensamente a centrocampo con il solito possesso palla degli spagnoli mentre l’Italia cerca di recuperare palla e ripartire. Cassano (Balotelli un pò in ombra viene anche ammonito) è l’uomo più pericoloso per gli azzurri. Prima al 23′ su lancio di Marchisio il suo destro va sul fondo, poi al 34′ prende palla sulla sinistra  si accentra e tira, Casillas respinge. Due minuti dopo ancora un cross del barese trova Marchisio, bel sinistro al volo del bianconero ma il numero uno spagnolo para in due tempi. Spagna pericolosa al 44′ quando Xavi  in profondità  per Iniesta, il centrocampista del Barcellona controlla e subito tira al volo, di poco sopra la traversa. Risponde subito l’Italia, cross dalla destra di Cassano, colpo di testa di T.Motta e super risposta di Casillas. Finisce così il primo tempo, partita equilibrata con un ottima Italia che tiene testa alla Spagna.

Il secondo tempo riparte con gli stessi 22 giocatori con nessuna sostituzione. Parte forte la Spagna, prima un destro di Fabregas al 4′ costringe Buffon a distendersi poi Iniesta, penetrato in area su servizio di Fabregas, con un tiro-cross che esce di poco a lato. Ma l’Italia ha una grande chance con Balotelli, che rubata palla a Sergio Ramos, va verso la porta troppo lentamente e si fa recuperare dal difensore. Al 15′ arriva il vantaggio dell’Italia grazie a Di Natale (subentrato a Balotelli) servito da uno splendido assist di Pirlo, l’attaccante entra in area e supera Casillas. Ma la gioia azzurra dura soli quattro minuti. Silva regala una magia che libera Fabregas, il centrocampista del Barcellona solo davanti a Buffon non sbaglia. Giaccherini sulla fascia è in difficoltà contro Navas. Proprio da un suo cross trova Jordi Alba libero di tirare al volo, di poco fuori. L’Italia adesso soffre, Torres (appena entrato) si invola verso la porta al 75′ su servizio in verticale di Xavi ma Buffon riesce ad anticiparlo con i piedi. Ma l’Italia non molla anzi sfiora il gol con Di Natale, liberato da un lancio di Giovinco, che in spaccata davanti al portiere delle Furie Rosse tira fuori. Clamorosa palla gol sprecata da Torres all’85’. Uno due con Xavi, solo davanti a Buffon sbaglia un pallonetto facile facile. Occasione anche per gli azzurri, dopo un ottima azione personale di Marchisio, il centrocampista scambia con Di Natale ma il suo tiro è debole. Termina 1-1 il match di un Italia combattiva che resiste agli assalti della Spagna.

SPAGNA: Casillas, Arbeloa Piquè Sergio Ramos Jordi Alba, Busquets Xabi Alonso, Iniesta Silva (65′ Jesus Navas) Xavi, Fabregas (Torres 74′). All Del Bosque. ITALIA: Buffon, Bonuci Chiellini De Rossi, Maggio Giaccherini T.Motta Marchisio Pirlo, Balotelli (56′ Di Natale) Cassano (65′ Giovinco). All Prandelli. ARBITRO: Kassai (Ungheria)