Europei 2012: Spagna a valanga sull’Irlanda

CalcioEuropei 2012: Spagna a valanga sull'Irlanda

Data:

Dopo l’amaro pareggio pomeridiano dell’Italia, in serata occhi puntati su Spagna-Eire, match che chiude la seconda giornata del girone C di questi Europei 2012. 

I campioni del mondo e d’Europa in carica, dopo il pari contro la nostra nazionale, non possono sbagliare. L‘Eire del Trap sconfitta dalla Croazia nella prima giornata, non può perdere, se vuole avere ancora chance di qualificazione. La differenza tecnica e tattica tra i due effettivi in campo pende decisamente a favore della Spagna, candidata a riconfermarsi sul tetto d’Europa, e che si presenta a Danzica con Torres dal primo minuto, al posto di Fabregas, l’autore del pareggio spagnolo contro l’Italia. I verdi irlandesi provano a rispondere, puntando tutto sulla fisicità e sulla determinazione.

Arbitrata dal portoghese Proença, la partita è subito un monologo iberico. Le furie rosse mettono immediatamente le cose in chiaro, e dopo soli 4 minuti sono in vantaggio, proprio con Torres, bravo a recuperare un pallone in area, e a scaricarlo nella porta irlandese con un destro di terrificante potenza. La Spagna continua a macinare gioco, insiste e lo stesso El Nino per poco non trova la seconda rete personale. L‘Eire appare stordita, incapace di reagire e di creare gioco. Le occasioni più o meno limpide per la squadra di Del Bosque si sprecano, al 22° minuto è Given ad opporsi ad un tiro da fuori di Iniesta. La Spagna arriva in area irlandese con relativa facilità, e staziona nella metacampo avversaria senza particolare difficoltà. Nonostante una supremazia irritante, che non conosce pausa, la Spagna non aumenta il vantaggio, sia per l’efficienza del portiere irlandese, sia per un eccesso di superficialità degli avanti spagnoli. Il primo tempo si chiude con le furie rosse avanti di una sola rete.

La ripresa parte esattamente come si era chiuso il primo tempo, Spagna in avanti, e dopo 4 minuti arriva il raddoppio, firmato da Silva, il talento del Manchester City, bravissimo a districarsi tra le maglie verdi e a battere Given con un preciso rasoterra. Straordinaria la parata di Given su un tiro di Xavi al 54° minuto. Il monologo iberico non conosce rallentamenti, né pause. Dopo un’ora di gioco l’Eire prova ad allentare l’impressionante forcing spagnolo, ma su una veloce ripartenza Torres sigla la sua doppietta. Sul 3-0 la Spagna si rilassa, e lascia all‘Eire una buona occasione, al 73° minuto Casillas sporca i guantoni, e si guadagna la pagnotta. Lo show iberico riprende subito dopo, e all’ 83° minuto il neo-entrato Fabregas si beve due difensori irlandesi e batte per la quarta volta il povero Given.

La classifica del girone C vede Spagna e la Croazia appaiate a 4 punti, l’Italia segue con 2 punti, l’Eire ferma a zero punti, è la prima nazionale di questo europeo a tornare a casa.

L’ultima giornata del gruppo C si giocherà lunedì 18 giugno, in contemporanea il “derby” del Trap, tra la sua Eire e l’Italia a Poznan, mentre a Danzica si sfidano Spagna e Croazia le due prime in classifica.

Domani si chiude anche la seconda giornata di euro 2012, con le due sfide del girone D: alle 18:00 a Kiev Svezia-Inghilterra, alle 20:45 a Donetsk, i padroni di casa dell’Ucraina primi con tre punti sfidano la Francia.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Governo Draghi: ipotesi scioglimento Forza Nuova

Si fa avanti una nuova ipotesi sul tavolo di...

Green Pass obbligatorio? Come e dove

In queste ore il governo sta varando regole per...

Papa Francesco: “Il chiacchiericcio è una peste peggio del Covid”

Non è la prima volta che Papa Francesco torna...

Donald Trump: ok alla trivellazione del Rifugio Artico protetto da 60 anni

Un'area tutelata in maniera rigida da 60 anni, che...