Terremoto in Emilia: 21,20 scossa di magnitudo 5.1, avvertita nel nord-est

Sembrava fosse finita, o che le scosse si stessero attenuando ma non è così. Si abbatte un altro Terremoto in Emilia, avvertito in tutto il nord-est da Milano, Brescia, Vicenza e anche in Trentino.

Si ritorna punto e a capo. Una forte scossa è stata registrata alle 21.20 con magnitudo 5.1 nella provincia di Modena ed è la Protezione Civile a darne notizia, comunicando l’epicentro a Novi, San Posidonio e Concordia.

Intanto sono in corso le verifiche da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, ma per ora ci sono solo notizie frammentarie e bisogna capire se ci sono stati gravi danni a persone o edifici.

Una nuova ondata di paura avvolge il nord in questa serata del 3 giugno 2012. La gente è scesa in strada urlando e come non avrebbe potuto visto che ormai l’intera cittadina ha i nervi a fior di pelle.

Panico anche nelle tendopoli, anche se non era necessario, ma tuttavia le vibrazioni sono come un mostro improvviso che sbuca dalla terra con tutto il suo ululato. E questa è la paura, l’ansia che veglia nell’anima della popolazione emiliana.

Anche a Mirandola la gente si è riversata fuori dagli alloggi con cellulari all’orecchio per contattare parenti e ricevere informazioni.

Bisogna tuttavia dire che già alle 19,00 si erano avvertite delle scosse di magnitudo 3.4 e 3.8 e anche dopo quella delle 21.20 di magnitudo 5.1 ne sono state registrate altre anche se di lieve entità.

UPDATE 23,29 – Per fortuna non ci sono vittime, se non alcune persone colte da malore a causa dello spavento.