Bari: si dà il via al piano di dimensionamento delle scuole

In piena estate a Bari ci si attrezza per il recupero degli edifici scolastici. Le carenze sono tantissime : scuole senza locali per le mense, aule e bagni attrezzati per i più piccoli. Per l’amministrazione comunale si tratta di una corsa contro il tempo per predisporre gli istituti per il prossimo anno, poiché entro un mese dovranno essere risistemate almeno sette scuole.

In questo modo, si spera di evitare il rischio del rinvio dell’inizio delle lezioni. I principali problemi strutturali sono stati provocati dal piano di dimensionamento che ha portato ad una decina di accorpamenti, costringendo i tecnici ad una revisione degli ambienti interni degli istituti. E’ l’assessore alla pubblica istruzione Fabio Losito a garantire il prima possibile l’avvio dei lavori, proprio per ottenere un regolare inizio del nuovo anno scolastico. Servono circa 80omila euro per avviare gli interventi di ristrutturazione.Nell’elenco figurano sette scuole, per la media Lombardi occorrono lavori di adeguamento con nuovi spazi per l’arrivo dei bimbi della scuola elementare.

Si devono creare delle aule adatte ai più piccoli oltre a separare gli ambienti delle medie da quelli delle elementari. Lo stesso discorso vale per la scuola Biagio Grimaldi, per il plesso Cep 1 e per la Principessa di Piemonte dove saranno ubicate le medie. Per la scuola Aldo Moro di Santo Spirito, serve una risistemazione generale: dalle aule da ridipingere alla ristrutturazione di bagni e aule. Sono previsti anche degli interventi, legati all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Purtroppo, sono numerose le scuole coinvolte nel piano di dimensionamento e che hanno bisogno di una maggiore attenzione proprio perché in questo caso bisogna attrezzare interi spazi per le diverse esigenze. L’amministrazione comunale ha deciso di avviare anche controlli per verificare la tenuta antisismica degli istituti.