Berlusconi in campo per salvare il Pdl, e nel Pd scontro Bersani-Renzi

PoliticaBerlusconi in campo per salvare il Pdl, e nel Pd scontro Bersani-Renzi

Data:

BERLUSCONI, PDL Torna in campo Berlusconi, che annuncia ufficialmente il suo ritorno in pista, sarà lui il candidato del centro-destra alle elezioni del 2013. “Torno in pista per salvare il Pdl. Alle elezioni politiche del 2008 abbiamo preso il 38%. Se alle prossime dovessimo scendere per assurdo all’8% che senso avrebbero avuto 18 anni di impegno politico?“. Queste le parole dell’ex premier in un colloquio con il giornalista Bruno Vespa, riportato da QN.

L’ex Primo Ministro ha continuato: “avrei voluto dare l’annuncio più in là, magari all’inizio dell’autunno. Ma qui non si riesce a tenere niente di riservato”. Berlusconi ha poi parlato dello spread: “noi subimmo una violentissima campagna sugli spread, eppure io ho sempre saputo che essi sono frutto di speculazione e non hanno niente a che vedere con i fondamenti di un paese”.

Le parole del cavaliere hanno suscitato delle repliche, in primis nel suo stesso partito. Il segretario del Pdl, Alfano è apparso tranquillo: “le primarie sono un metodo che condivido e sposo, il modo migliore per scegliere un candidato. Con la discesa di Berlusconi posso dire per certo che non c’è bisogno di primarie”. Circa il suo futuro, l’ex ministro della Giustizia ha ribadito che resterà segretario del partito: “Sono stato eletto lo scorso anno e intendo continuare il mio mestiere di segretario per rafforzare il partito e farne un pilastro del centrodestra”. Sull’ ex premier: “io sono favorevole alla sua candidatura, sono stato tra quelli che glielo hanno chiesto e sarò al suo fianco”.

Ben diversa, ovviamente, la reazione di Bersani che, durante l’assemblea nazionale del Pd, ha definito agghiacciante il ritorno in pista di Berlusconi. Il leader del Pd ha parlato anche di primarie “si terranno ma non saranno congresso”. Sulle primarie del Pd interviene anche il sindaco di Firenze Matteo Renzi: “primarie vere e non un concorso di bellezza“. Renzi ha sottolineato che non commetteranno l’errore di Alfano e del Pdl: “tutti in riga non appena Berlusconi ha deciso di scendere in campo“. Tornando sulle parole di Bersani ha infine concluso: “se saranno primarie libere e democratiche, ci saremo anche noi”.

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Governo Draghi: ipotesi scioglimento Forza Nuova

Si fa avanti una nuova ipotesi sul tavolo di...

Green Pass obbligatorio? Come e dove

In queste ore il governo sta varando regole per...

Papa Francesco: “Il chiacchiericcio è una peste peggio del Covid”

Non è la prima volta che Papa Francesco torna...

Donald Trump: ok alla trivellazione del Rifugio Artico protetto da 60 anni

Un'area tutelata in maniera rigida da 60 anni, che...