Neapolis Festival 2012 si sposta al Giffoni. Patty Smith l’ospite clou dell’evento

Un’artista di fama mondiale sarà ospite al ‘Neapolis Festival‘ 2012, attivo dal 1997, il più importante del Sud Italia. Per la prima volta si sposta dal territorio partenopeo in favore alla partnership con il Giffoni Film Festival. Non sono mancante ovviamente le polemiche per questa decisione, ed è lo stesso Sigfrido Caccese, fondatore e direttore dell’evento a dichiarare durante la conferenza stampa:

La mia rassegna nasce a Napoli ed ha Napoli nella storia e nel nome. Ma in quindici anni ho dovuto cambiare cinque location: la mia città non garantisce spazi adeguati, né agevolazioni burocratiche, ogni anno dovevo ricominciare daccapo. A Napoli sembra che dai fastidio quando vuoi organizzare qualcosa, a Giffoni invece ti accolgono a braccia aperte: il futuro del festival è qui.

E’ triste comprendere le ragioni di Caccese,  ma come dargli torto? Tuttavia la collaborazione con il Giffoni è davvero importante, soprattutto per la presenza della ‘sacerdotessa del rock‘ che stavolta non suonerà soltanto come fa durante i suoi concerti, ma addirittura si fermerà a dialogare con i ragazzi del Giffoni MasterclassPatty Smith che prima di essere una cantante, è una grande poetessa, diventa il fiore all’occhiello di questa manifestazione e si esibirà il 19 luglio seguita poi da Joan as a Policewoman, songwriter e violinista statunitense.

IL PROGRAMMA

14 luglio – si parte con Bradipos IV, il gruppo è il principale esponente della musica surf-garage in Italia ed Europa.

15 luglio – ci sarà Pino Daniele, la grande star, reduce dal suo successo ‘La grande Madre’.

16 luglio – serata ad ingresso gratuito con i Giardini di Mirò, i Tre Allegri Ragazzi Morti e gli Epo a contendersi il palco e ancora la band di Ciro Tuzzi.

17 luglio – ci sarà Caparezza e Capone & Bung Bangt

18 luglio – sarà la giornata più artistica di tutte: Il teatro degli orrori, Azaari&III, Blonde Redhead e Dinosaur Jr.

19 luglio – Patty Smith, Joan Policewoma, Is Tropical e gli italo-svedesi I used to Be a Sparrow. (costo del biglietto 25 euro)

20 luglio – è il turno dei Club Dogo e gli A Toys Orchestra

Tuttavia il costo dei biglietti è davvero contenuto considerando la giornata gratuita del 16. I concerti si terranno nel campo sportivo di Valle Piana con 12mila posti e chi esibirà il biglietto d’ingresso avrà anche il diritto ad un campeggio gratuito oltre al servizio navetta che porta direttamente dal festival allo stadio.

Sul palco della Red Bull Bus, inoltre, si esibiranno band emergenti insieme a i The Shake&Speares, Humanoalieno, Le Furie, The Last Fight, ultimi vincitori del concorsi ‘Destinazione Neapolis.