Calcio: la nazionale di Prandelli, ricca di giovani perde ma non demerita

Finisce 2-1 per l’Inghilterra la prima amichevole post-europeo della nostra nazionale di calcio. A Berna, Prandelli presenta una formazione  ricca di giovani di belle speranze. L’Italia scende in campo con Sirigu tra i pali, difesa a 4 con Abate, Ogbonna, Astori e Balzaretti; a centrocampo De Rossi, Aquilani e Nocerino, in avanti Diamanti, Destro ed El Shaarawy.

Primo tempo piacevole, le due squadre si fronteggiano a viso aperto, e pur non giocando a ritmi elevati, lasciano vedere buone trame di gioco. È l’Italia a portarsi in vantaggio al 15° minuto con un colpo di testa di De Rossi, su angolo battuto da Diamanti. Il pari arriva ancora su angolo, al minuto 28, con la rete di testa di Jagielka. Poche le occasioni di rete, ma partita sostanzialmente viva e divertente, con i molti giovani azzurri che  si sono comportati bene.

La ripresa parte con Peluso che sostituisce un Balzaretti in non perfette condizioni fisiche. L‘Italia gioca meglio i primi 15 minuti, proprio l’atalantino spreca una buona occasione. L’Inghilterra prende poi coraggio e guadagna campo, andando ad un soffio dal vantaggio con una quasi autorete dello stesso terzino nerazzurro. Verratti e Gabbiadini impegnano il portiere inglese Ruddy,  ma su una ripartenza è Defoe a fulminare Sirigu, non del tutto esente da colpe, sul tiro di destro dell’attaccante del Tottenham.

Vince l’Inghilterra, l’Italia dei tanti giovani si è comportata bene, forse apparsa troppo leggera, di certo il “materiale” su cui lavorare c’è, ed è di buon livello.

Le due squadre sono tornate ad affrontarsi a distanza di quasi due mesi dal quarto di finale che premiò ai calci di rigore, la nazionale di Prandelli, all’ultimo europeo ucraino-polacco. È la sfida numero 24 tra gli azzurri e i bianchi, in vantaggio la nostra nazionale con 9 vittorie, 7 i pareggi (compreso lo 0-0 all’ultimo europeo, con la partita conclusasi con la vittoria ai rigori per gli azzurri), 8 le vittorie dei leoni inglesi.

Ferragosto ricco di amichevoli internazionali, la Russia del neo-ct Fabio Capello pareggia 1-1 con la Costa D’Avorio. Il Brasile con una doppietta del milanista Pato e una rete di Damiao vince 3-0 contro la Svezia a Stoccolma.

La Slovacchia vince 3-1 con la Danimarca, a segno il napoletano Marek Hamsik. La Macedonia batte 1-0 la Lituania con la rete del napoletano Pandev. L‘Argentina batte nettamente la Germania (in 10 dal 35°minuto) a Francoforte per 3-1: autorete di Khedira, poi Messi e Di Maria, prima della rete tedesca di Howedes. Finisce a rete inviolate la prestigiosa amichevole tra Francia e Uruguay.

Nel pomeriggio amichevole anche per la nostra under 21, che ha vinto 3-0 in Olanda contro i pari età orange. A segno Insigne, Immobile e Florenzi per una prestazione super dei nostri giovani campioni.