Calcio, nazionale: Prandelli dà spazio ai giovani

La nazionale italiana di Prandelli, vice campione d’Europa, torna in campo domani, a Berna, per una prestigiosa amichevole contro l’Inghilterra. Per i leoni inglesi la possibilità di vendicarsi della sconfitta nei quarti dell’ultimo europeo, per la nazionale di Prandelli l’opportunità di vedere all’opera tanti giovani.

Le convocazioni dell’ex allenatore della Fiorentina sono chiare : spazio ai giovani per un motivo “semplice”: «chiedo ai ragazzi di immedesimarsi subito nello spirito azzurro. È un test di prestigio contro una squadra importante. Ci saranno preziose indicazioni. Devo capire – continua Prandelli – su quali ragazzi posso puntare, non solo in chiave qualificazione, ma anche per la confederation Cup e lo stesso mondiale. Cerco ragazzi – conclude il ct – che possano reggere certe tensione e che abbiano capacità di sopportazione».

Nel pomeriggio dopo l’ultima sgambata si parte per Berna, dove nella serata di domani è previsto il fischio di inizio di Italia-Inghilterra. L’undici titolare sembra già pronto: Sirigu tra i pali, difesa a 4 con Abate,Astori,Ogbonna e Balzaretti, De Rossi “basso” in un centrocampo a tre con Aquilani e Nocerino, avanti Diamanti, El Shaarawy e Destro. L’unico dubbio riguardo l’esterno neoromanista Balzaretti che accusa un leggero infortunio, al suo posto pronto eventualmente l’atalantino Peluso. 

Per questa amichevole non convocati i giocatori di Napoli e Juve, le due squadre infatti sabato sono state impegnate, a Pechino, per la supercoppa italiana. Il primo trofeo stagionale è stato segnato da roventi polemiche. A seguito del match “cinese”, arriva una stangata per il Napoli: il giudice Tosel squalifica per i primi due turni di campionato (trasferta a Palermo e Fiorentina al San Paolo) Pandev (espressione insultante al guardalinee) e Dossena (espressione intimidatoria a un assistente a fine gara), per una giornata il tecnico Mazzarri (contestato platealmente una decisione arbitrale) e Zuniga (doppio cartellino giallo).

Inoltre gli atti della partita sono stati trasmessi alla Procura federale per valutare in merito alla mancata partecipazione alla premiazione.