Etna: costruita la prima casa di paglia del Sud Italia

E’ stata costruita sull’Etna la prima casa di paglia del Sud Italia che sarà abitata da una famiglia con ben cinque figli! A richiederla è stata una famiglia di Catania che, come riportato dal Corriere della Sera, ha espresso il desiderio e la necessità di allontanarsi dalla città: ‘Abitavamo in un appartamento in un palazzo di dieci piani ed i vicini si lamentavano continuamente degli schiamazzi se i bambini scendevano a giocare in cortile. Così abbiamo deciso di costruire la casa ecologica nel nostro frutteto biologico, in un paesino sull’Etna. Una scelta impegnativa, quella di vivere in montagna insieme ai bambini, ma noi siamo molto felici soprattutto perchè andremo a vivere in un luogo più salubre rispetto ad una casa di cemento armato‘, ha spiegato la coppia all’Italpress, come riportato dal Corriere della Sera.

Si tratta del primo esemplare in Sicilia e sono 30 gli edifici di paglia presenti in tutta Italia. La casa di paglia si trova sul versante orientale dell’Etna ed è costruita su due livelli per un’estensione di 160 mq. Legno, paglia, argilla e canne sono i materiali con cui è costruita la casa, del tutto naturali come richiesto dai proprietari che hanno dichiarato: ‘La casa è la nostra terza pelle, e deve respirare con l’esterno‘. Con il legno, sono stati realizzati  i tramezzi portanti, il tetto e quasi tutti i pavimenti. In calce, invece, gli intonaci esterni e quelli interni in argilla. Le pareti, realizzate in paglia, sono spesse 45 centimetri e ricoperte da 5 centimetri d’intonaco sia all’interno che all’esterno, resistendo così sia al caldo che al freddo. L’abitazione, inoltre, possiede un impianto fotovoltaico sul tetto, rendendosi in questo modo indipendente dal punto di vista energetico.

Per la realizzazione della casa, i proprietari hanno ricevuto l’aiuto di Permacultura Sicilia, da Saviana Parodi, presidente dell’Accademia Italiana di Permacultura e dagli amici della coppia: ‘Durante la costruzione – raccontano i due catanesi – molti amici sono venuti a darci una mano, perchè l’unico problema da evitare è che la paglia si bagni proprio in quel momento, ed è stato un vero cantiere di relazioni: ecco perchè la casa, una volta terminata, ospiterà attività culturali e di promozione della Permacultura. Per noi è stata una scelta di economia sostenibile: ci siamo messi in gioco in prima persona‘. Il costo della casa? Esattamente uguale a una casa normale anzi, si risparmia sul riscaldamento grazie all’azione della paglia che blocca il calore.