Governo, dal CDM novità per il mondo della scuola

SCUOLA – Via libera del Consiglio dei Ministri a quattro decreti, che intervengono sul tema della pubblica istruzione. In particolare, il governo ha autorizzato il bando per un concorso, per titoli ed esami, per la copertura di circa 12.000 posti di docenti, nelle scuole di ogni ordine e grado.

Altrettanti posti saranno coperti, invece, attingendo alla graduatorie provinciali, in via di esaurimento.

La “road map” del provvedimento, che peraltro era stato già annunciato dal Ministro Profumo nello scorso mese di giugno, prevede la pubblicazione del bando il prossimo 24 settembre, a detta del titolare del dicastero aperto agli aspiranti insegnanti in possesso dell’abilitazione; entro l’autunno, poi, dovrebbero svolgersi le prove concorsuali, che prevedono dei test preliminari, al fine di “scremare” la platea, presumibilmente molto vasta, di candidati, delle prove scritte, ed un’inedita prova “sul campo”, per saggiare le abilità didattiche dei futuri professori.

I vincitori del concorso, il primo bandito dopo 13 anni, saranno immessi in ruolo già nell’anno scolastico 2013-2014, garantendo un indubbio rinnovamento del corpo docenti italiano, decisamente troppo vecchio.

A questo primo bando seguirà un altro entro maggio del 2013, disciplinato dalle nuove regole per il reclutamento, ancora in fase di preparazione. Probabilmente, si tratterà di un’immediata possibilità per i primi aspiranti docenti abilitati in seguito al Tirocinio Formativo Attivo, il percorso studiato per diventare insegnanti e finito nell’occhio del ciclone per gli errori grossolani nei test preliminari dello scorso mese di luglio. L’obiettivo sarebbe quello di procedere a bandi di cadenza biennale, per la copertura dei posti di docente.

L’immissione di “forze fresche” riguarderà anche il personale tecnico-amministrativo: prevista l’assunzione di 30.000 addetti.

Novità in vista anche per il sistema di valutazione delle scuole, affidato ad Invalsi, Indire e ad ispettori del Ministero; e per il reclutamento dei professori universitari