Londra 2012 nuoto sincronizzato: 9° doodle aspettando il duo azzurro

Londra 2012 nuoto sincronizzato – 9° giornata olimpica, 9° doodle di google stavolta dedicato al nuoto sincronizzato. Oggi si svolgeranno sia le gare ‘Duo‘ che a ‘squadre‘. E nel logo-tipo bigG, sempre con molta fantasia, cerchia la prima ‘o‘ con una squadra di sincronette che con le loro gambe formano la cosiddetta ‘stella‘ relativo al ‘sistema delle stelle‘ basato su un programma di sviluppo delle capacità tecniche diviso in 6 livelli, con esercizi e prove progressivamente più complesse. Ogni livello è identificato con un numero di ‘stelle’ e ovviamente le più belle e le più brave si aggiudicheranno la medaglia d’oro. Il resto del doodle è tutto immerso nelle acque blu della piscina olimpica, racchiuse in rettangolo a mo’ di vasca.

ITALIANE IN GARA – Anche noi presenteremo un duo di tutto rispetto formato dalle sincronette Giulia Lapi (classe 1985, di Genova) e Mariangela Perrupato (classe 1988, di Castrovillari). Già qualche mese fa, la loro preparatrice, annunciò la presenza del duo alle olimpiadi di Londra, gareggiando per il 6° e 7° posto perché si sa… sarà difficile superare le russe, sono le più brave in questo sport oltre ad essere le campionesse in carica dalle olimpiadi di Pechino 2008, con l’oro sia nel duo che in squadra. Le gare inizieranno alle ore 16.00, e noi, tuttavia, tiferemo per il duo azzurro.

LA DISCIPLINA – ha origini molto antiche: in epoca romana infatti la “danza nell’acqua” era un’attività artistica comunemente utilizzata come intrattenimento durante le feste patrizie, come testimoniano gli affreschi ed i mosaici delle ville romane, insieme alle piscine ritrovate all’interno degli anfiteatri, dove appunto venivano eseguiti gli esercizi acquatici per allietare la visione della platea. Come al solito lo sport ha natili italici, ma nonostante ciò inizia ad acquistare una certa fama negli anni Cinquanta quando Ester Williams porta nel cinema americano le evoluzioni acquatiche delle pioniere del sincro. Ed è proprio negli Stati Uniti che questo sport si sviluppa fino a diventare disciplina olimpica nel 1985. Alle olimpiadi si presentano solo donne, anche se , negli ultimi anni, pure gli uomini si stanno avvicinando a questo sport: addirittura in America, per esempio, le competizioni sono miste, e gli uomini gareggiano assieme alle donne.