Londra 2012, pesi massimi: Clemente Russo bissa l’argento di Pechino 2008

Clemente Russo, il pugile campano, non riesce a vincere l’oro, nella categoria ‘pesi massimi‘, contro il campione del mondo Oleksandr Usyk e bissa la medaglia d’argento, già conquistata alle olimpiadi di Pechino 2008, dopo aver ceduto 14-11 contro l’ucraino.

Partito bene, il 30enne di Marcianise, ha ceduto alla distanza, subendo il maggior allungo dell’avversario. Decisivo il terzo round in cui l’azzurro ha ceduto 6-3 dopo che i primi due erano stati vinti uno a testa: 3-1 il primo in favore dell’italiano e il secondo 7-5 in favore dell’atleta ucraino.

Tuttavia il secondo posto dichiara: “4 anni fa però piangevo, qui sono contento. Lo dedico a mia figlia. A Rio 2016 ci riproverò“. Non si perde d’animo dunque e intanto continuiamo a tifare ‘azzurri‘ con Roberto Cammarelle che ha conquistato la finale nei ‘supermassimi 91 kg ‘. Campione olimpico in carica e bronzo ad Atene, si sfiderà col britannico Joshua, già battuto nell’ultimo Mondiale a Baku. Corsi e ricorsi storici: anche a Pechino affrontò per l’oro un pugile di casa, Zhang, conquistando così il podio.