Maxi Blitz antidroga: la periferia nord di Napoli nel mirino dello Stato

BLITZ ANTIDROGA – Lo Stato decide di essere presente in periferia, organizzando un maxi blitz con polizia e carabinieri nei quartieri di Secondigliano e Scampia, dove sono presenti le principali piazze di spaccio di droga. Centinaia di agenti hanno letteralmente invaso le ‘case celesti‘, utilizzati per l’occasione, anche gli artificieri, oltre ai cani e l’appoggio di due elicotteri. Stando ai dati forniti, sono quattro le persone arrestate nel corso dell’operazione.

Si è trattato di una massiccia operazione anti-droga, tesa a smantellare le piazze di spaccio nei quartieri di Scampia e Secondigliano.

Le forze dell’ordine hanno operato all’interno dei complessi di edilizia popolare denominati ‘Case celesti‘, sono penetrati nella ‘Vela celeste, e nel famigerato ‘Comparto H‘ oltre a setacciare ‘Via Vanella Grassi‘, zona prediletta dai boss di Secondigliano. Per evitare spiacevoli sorprese, nel corso del blitz sono stati utilizzati anche gli artificieri antisabotaggio, ed i cani antidroga.

Per ore, l’area è stata controllata dall’alto dagli elicotteri, mentre carabinieri e polizia eseguivano i controlli. Nel corso dell’operazione, le perquisizioni sono avvenute per blocchi di edifici, in modo da poter stanare eventuali latitanti, spacciatori, armi e droga.

Importante anche l’apporto dei vigili del fuoco e dei dipendenti dell’Asia che hanno collaborato con le forze dell’ordine. Grazie a questo intervento congiunto, è stato possibile poter demolire numerose barriere e ostacoli eretti dagli spacciatori per ritardare l’ intervento delle forze di polizia, oltre alla rimozione di telecamere attivabili a distanza. Positivo il commento del Prefetto Andrea De Martino al termine dell’intervento, che ha definito straordinaria l’azione portata avanti dalle forze di polizia insieme anche ad altre istituzioni dello Stato. In questo modo, si punta ad abbattere i simboli dell’arroganza portati avanti dai clan della camorra, restituendo, almeno in parte ai cittadini, gli angoli del loro quartiere occupati militarmente dalla malavita locale.