New York, sparatoria: licenziato uccide l’ex capo

Ancora sparatorie negli Stati Uniti d’America. Questa volta teatro dell’ennesimo gesto folle è New York.

Davanti al centralissimo Empire State Building, tra la Fifth Avenue e la 34th Street, nell’ora di punta mattutina, un uomo ha esploso diversi colpi di arma da fuoco, uccidendo il suo ex capo.

All’origine della sparatoria, che ha causato 9 feriti, vi è infatti il licenziamento deciso dalla vittima ne confronti dell’aggressore. Quest’ultimo è stato ucciso dagli agenti della polizia intervenuti sul luogo della sparatoria.