Olimpiadi 2012: Usain Bolt trionfa nei 100 con 9″63

OLIMPIADI 2012- L’uomo più veloce è sempre lui: Usain Bolt. A Londra non fa il record mondiale, ma “solo” il record olimpico. Nove secondi e 63 centesimi, a soli 5 centesimi dal suo record mondiale. Straordinario come sempre, i fastidi, i piccoli problemi fisici del giamaicano sono solo un lontano ricordo. È sempre lui, Bolt, l’uomo più veloce del mondo, nonché il primo a confermarsi campione olimpico sui 100 metri piani, in due edizioni diverse.

Dopo le batterie e la semifinale in sordina, con un Bolt che quasi passeggia, la finale è perfetta dai 40 metri. Non sembra partire bene dai blocchi (anche se è suo il miglior tempo di reazione),il campionissimo giamaicano, ma sul lanciato è semplicemente devastante. La progressione è di una potenza senza pari, staccati tutti gli altri. A 12 centesimi l’argento, il connazionale Yohan Blake che chiude con 9″75, bronzo per lo statunitense Justin Gatlin in 9″79.  Ai piedi del podio i due connazionali di Gatlin, Tyson Gay con 9″80, e Ryan Bayley, quinto con 9″88, sotto i 10 secondi anche l’olandese Martina (9″94) e l’atleta di Trinidad e Tobago Thompson (9″98); male Asafa Powell che stecca, e forse infortunatosi chiude ultimo con 11″99.

In soli 10 secondi 4 anni. In soli 10 secondi un’intera stagione, un’intera carriera. La regina degli sport, l’atletica, ha nelle sue discipline, i 10 secondi più intensi, più vivi, più veloci dello sport. Il tutto poi nella cornice olimpica diventa ancor più suggestivo e affascinante, irraggiungibile e unico. I cento metri piani, la gara che decreta l’umano più veloce del mondo, dice ancora una volta Giamaica, ancora una volta sua maestà Usain Bolt. L’atleta classe 1986, 196 cm per 96 kg, porta a casa la quarta medaglia d’oro olimpica, dopo le tre di Pechino, 100 metri, 200 metri, 4 x 100 metri. Non si può che applaudire l’umano più veloce della storia!