Palermo: matrimonio gay, un record per la sicilia tradizionalista

MATRIMONIO GAY – Mentre il riconoscimento giuridico delle coppie di fatto gay continua a sconvolgere il panorama politico italiano, a Palermo si sono celebrate le prime nozze gay in una chiesa valdese.
La notizia è confermata dall’edizione palermitana del Corriere del mezzogiorno, che evidenzia che già nell’estate 2012, due donne tedesche si unirono in matrimonio a Trapani.

Per la Sicilia tradizionalista e bigotta è un record, ed a Palermo, la coppia gay ha consacrato la loro unione nella chiesa valdese di via dello Spezio, sostenuti dal gruppo LGBT interconfessionale “Ali d’aquila“. Come in ogni buona tradizione, non è mancata la festa: invitati e sposi si sono incontrati all’Harira Bistrot di vicolo Gesù e Maria al Palazzo Reale, nel centro storico.

Per i due sposi, il passo compiuto dona speranza a chi, per varie ragioni, ha dovuto rinunciare ad esprimere i propri sentimenti, e non è un caso che in chiesa c’erano amici, parenti, intere famiglie con bambini, persone di tutte le età e di vario credo. Come si evidenzia dal servizio del quotidiano, in Sicilia le unioni omosessuale non sono una novità: a Trapani nel 2010, per la prima volta in Italia, due donne tedesche si sono unite in matrimonio, anche in questo caso in una chiesa valdese Il matrimonio fu celebrato in italiano e tedesco, alla presenza dal pastore della Chiesa valdese di Trapani e Marsala e da altri due pastori. Le due donne provenivano delle chiese luterana e mennonita, ed ai festeggiamenti parteciparono duecento ospiti, buona parte dei quali giunti al seguito della coppia dalla Germania.