Rio de Janeiro, vivo per miracolo: una spranga gli trapassa il cranio

MIRACOLO A RIO DE JANEIRO – Una spranga di oltre 30 centimetri trapassa il cranio di un giovane 24enne, da una parte all’altra. Tuttavia i medici assicurano che l’operaio, Eduardo Leite, non è in pericolo di vita, sopravvissuto all’accaduto. Alla rete televisiva Globo, Luiz Essinger,  dell’ospedale di Rio de Janeiro Miguel Couto, racconta che per estrarre la barra d’acciaio ci sono volute ben cinque ore. «E’ davvero un miracolo che Leite sia sopravvissuto», ha detto Essinger. La spranga è caduta dal quinto piano di un edificio in costruzione e ha attraversato il casco protettivo di Leite, entrando così nella parte posteriore del cranio ed uscendo in mezzo agli occhi.

La moglie del signor Leite, Regina Lilian da Silva Costa, ha dichiarato: «Aveva una barra nel cranio rivolta verso l’alto. Il suo volto era coperto di sangue, ma il suo sguardo era come se nulla fosse accaduto. Quando è arrivato in ospedale ha detto ai medici che non sentiva niente, nessun dolore, niente… E’ davvero incredibile».