Siria: Ancora Stragi, 550 Morti Solo Ieri

SIRIA GUERRA – Bilancio drammatico in Siria, solo nella giornata di ieri si contano 550 morti, di cui 320 a Daraya, presso Damasco.  A fornire questi dati sconcertanti è l’Osservatorio siriano dei diritti umani.

Secondo una fonte dei ribelli, nelle ultime ore sono stati trovati 122 corpi “molti dei quali uccisi con colpi d’arma da fuoco a bruciapelo, alla testa o al collo”. I ribelli parlano di massacri compiuti dalle truppe di Assad: “intere famiglie sono state sterminate”.

E non si ferma la violenza neanche oggi, bombardamenti si segnalano alla periferia della capitale del paese mediorientale.

Intanto sembra terminare il giallo sulla fuga di Faruk al Sharaa, il numero due del regime siriano, che secondo la tv Al Arabiya era fuggito in Giordania. L’uomo è riapparso in pubblico per la prima volta dopo oltre un mese, avendo ricevuto una delegazione parlamentare iraniana. Vengono così spente le voci circa una sua defezione.