Albania, Tirana: lo zoo diventa un vero e proprio carcere per animali

 

Sono inaccettabili le condizioni in cui riversano gli animali nello zoo di Tirana, Albania. Questa notizia farà arrabbiare ancora di più gli animalisti, già non è piacevole vedere animali in gabbia per il divertimento dell’uomo, e la situazione si aggrava quando questi vengono malnutriti e allevati in cattività

Lo zoo di Tirana si classifica come il peggior zoo del mondo. Mancanza di personale e le strutture inadeguate fanno da contorno a questo quadro triste e disgustoso. Il parco è gestito dal comune e il biglietto di ingresso costa 200lek, circa 1,50 eurocent. Di sera gli animali vengono rinchiusi e lo spazio si trasforma in un parco pubblico.

La manutenzione qui non esiste e gli animali sono trattati nel peggiore dei modi. La struttura (se così si può chiamare, ndr) è composta da squallide gabbie dove gli animali possono circolare per poche ore al giorno visto che dopo le 19:00 vengono rinchiusi in piccole stanze buie per rimanervi tutta la notte, fino a riapertura dello zoo il giorno seguente.

E’ uno strazio per gli animali e non si è capito ancora con quale coraggio i cittadini si rechino in questo luogo fatiscente dove si vedono animali sofferenti con un odore nauseabondo di carne putrefatta. Lo stesso odore del cibo con il quale vengono nutriti gli animali, e questi resti rimangono nelle gabbie per giorni interi.

Altro che ‘parco zoologico‘, questo è un vero e proprio carcere per animali. L’allarme, in Italia, è stato lanciato dal giornale on line La Meteora‘  che fa un’analisi accurata delle condizioni in cui riversano queste povere bestie, così i due reporter Dario Lapenta e Laetitia Bollinger hanno deciso di lanciare una petizione per richiederne la chiusura aprendo anche un gruppo su facebook per coinvolgere e sensibilizzare la comunità.