All’Italia non basta Osvaldo, brutto pareggio in Bulgaria

Brutto esordio per la nazionale di Prandelli in Bulgaria. A Sofia l’Italia pareggia 2-2 contro i padroni di casa, nel debutto nel girone di qualificazione per i mondiali del 2014, che si terranno in Brasile.

Considerato l’andamento del match e la pessima prestazione degli azzurri, il punto può essere comunque accettabile. Considerando comunque il girone tutt’altro che morbido bisogna subito giocare con maggiore cattiveria e determinazione, magari già da martedì a Modena contro Malta.

I bulgari sono padroni del campo, e dominano in lungo e in largo, l’Italia è assente o quasi dal campo. La nostra nazionale presenta Buffon tra i pali, difesa a tre tutta “torinese”, con gli juventini Barzagli e Bonucci e il granata Ogbonna; sulle fasce il napoletano Maggio a destra e Giaccherini a sinistra, a centrocampo Pirlo supportato da De Rossi e Marchisio; in avanti il settimo juventino in campo Giovinco, e il secondo giallorosso Osvaldo.

Dopo un miracolo di Buffon, la Bulgaria passa con un tiro da fuori di Manolev alla mezz’ora, il tiro coglie impreparato il portierone azzurro. L‘Italia però reagisce e in 4 minuti ribalta il risultato con una doppietta bella e fortunata di Osvaldo. Finisce il primo tempo, con l’Italia immeritatamente in avanti.

Nella ripresa l’Italia spreca con Giovinco la rete della sicurezza, e in alcune fasi sembra in grado di controllare gli attacchi bulgari. Ma è solo un fuoco di paglia, la Bulgaria riprende le redini del match. La sostituzione di Diamanti che subentra a Giaccherini cambia il volto tattico della nostra nazionale, proprio nel momento migliore dei nostri avversari, che su uno svarione proprio sul nostro fronte sinistro, trovano il pari con Milanov al 66°minuto.

Prandelli prova a correre ai ripari, sostituendo Peluso per Ogbonna, e inserendo Destro per Giovinco. Quando le sostituzioni sono terminate accade quello che già era successo nella finale europea, un nostro giocatore, nella fattispecie De Rossi si infortuna ed è costretto ad abbandonare il campo: morale della favola, Italia in 10.

La Bulgaria prova ad approfittare della ghiotta occasione, un pò Buffon, un pò la loro imprecisione ci salva, e Destro in due occasioni per poco non trova la rete dell’immeritata vittoria. Finisce 2-2 in uno stadio con poche migliaia di spettatori, ma particolarmente ostile e acceso. Non sono mancati scontri nella curva della squadra di casa, il Levski Sofia.

A fine gara il ct Prandelli  mostra una moderata soddisfazione: “un punto va bene, anche perché ad inizio stagione abbiamo sempre qualche problema. Peccato, comunque, non aver chiuso la gara quando sul 2-1 abbiamo sciupato due facili occasioni. Loro sono stati bravi alzando il ritmo e questo ci ha messo in difficoltà. Ci è mancato il ritmo e la precisione“. Circa la sostituzione Diamanti per Giaccherini: “ci siamo messi a 4 perché loro giocavano a 4 e ci creavano problemi.Giovinco e Osvaldo? Hanno fatto buone cose davanti, mi sono piaciuti”.

Nell’altra partita del girone B, l‘Armenia ha vinto a Malta per 1-0, mentre domani va di scena la partita tra Danimarca e Rep. Ceca, che chiude la prima giornata.

Come detto l’Italia tornerà in campo martedì contro Malta, poi il 12 ottobre la nazionale di Prandelli sarà di scena in Armenia , e il 16 ottobre match casalingo con la Danimarca.

Venerdì di match internazionali, con le qualificazioni a Brasile 2014: la Francia vince in Finlandia 1-0, l‘Inghilterra passeggia in Moldavia vincendo con un netto 5-0; la Germania batte facile le Isole Faroer 3-0; l‘Olanda supera la Turchia 2-0, il Portogallo soffre ma vince in Lussemburgo 2-1, la Russia di Capello batte l’Irlanda del Nord 2-0; l’Eire del Trap vince in rimonta in Kazakistan 2-1.