Calcio, Italia-Bulgaria: Prandelli “prestazione negativa”

ITALIA – BULGARIA – Il day after di un pareggio brutto, arrivato dopo una prestazione anonima, senza verve, senza gioco, con un calcio lento e confuso.

“Abbiamo analizzato i dati. Per la prima volta in due anni la squadra è stata lunga”. Il ct della nostra nazionale di calcio, Cesare Prandelli, non cerca alibi: “la prestazione è stata negativa. Dobbiamo analizzare tutto e ricercare la nostra identità”. Il ct torna sul pareggio all’esordio del girone di qualificazione per Brasile 2014, in casa della Bulgaria, analizzando cosa non ha funzionato e cercando immediatamente i correttivi: “dobbiamo accorciare e redistribuire le forze fra gli uomini. Staremo sul pezzo dopo aver analizzato questi dettagli. Il fatto di discutere durante la partita non è un bel segnale. È mancato ordine tattico”.

Ieri il commento più duro sulla opaca prestazione dell’Italia era stato di Buffon, il portierone azzurro autore di un paio di interventi decisivi, ma anche di una disattenzione sul loro momentaneo vantaggio: “abbiamo sofferto fin dal primo minuto. In queste condizioni è facile innervosirsi. I bulgari hanno fatto un’ottima gara, dimostrando di essere una squadra di tutto rispetto, ma molta forza gliel’abbiamo data noi facendoli ripartire ogni volta”. Il numero 1 azzurro esclude che ci possa aver sottovalutato gli avversari: “l’esperienza ci insegna che partite come questa sono da prendere con le molle. Ma se cominci con poca attenzione, tutto diventa più complicato”.

Il pareggio di Sofia conferma la tradizione sfavorevole dei nostri colori nel paese bulgaro, infatti mai Italia ha vinto in Bulgaria, 3 pari e due sconfitte il bilancio in terra bulgara. Nel computo totale tra le due nazionali si contano 16 partite con 7 vittorie azzurre, 7 pareggi e due sconfitte. Il pareggio di ieri è il terzo pari in un esordio mondiale per la nostra nazionale. L’Italia nella sua storia ha vinto 12 volte al debutto in una qualificazione mondiale, e per 3 volte ha pareggiato, curiosamente sempre 2-2. È capitato all’Italia di Sacchi (verso Usa 94), 2-2 contro la Svizzera a Cagliari, e all’Italia del Trap (verso Corea-Giappone 2002), 2-2 a Budapest contro l’Ungheria, e qualificazione ottenuta per Corea/Giappone 2002.

Per la seconda partita del girone B, che si giocherà martedì a Modena, contro Malta (ieri sconfitta in casa dall’Armenia) l’Italia non potrà contare su De Rossi. Il romanista infortunatosi durante la partita in Bulgaria (Italia in 10, per aver già effettuato le 3 sostituzioni) ha riportato un risentimento al bicipite femorale destro. Ulteriori accertamenti serviranno a valutare l’entità dell’infortunio.

Oggi allenamento a Coverciano, domani nel pomeriggio spostamento a Modena. Gli azzurri domani si alleneranno presso il piccolo stadio di Medolla, uno dei comuni emiliani maggiormente colpito dal terremoto dello scorso maggio. Alcune tribune provvisorie hanno portato la capienza del piccolo impianto sportivo a 2200 posti.