Cinema, se n’è andato Michael Clarke Duncan

Il cinema piange la morte di Michael Clarke Duncan, 54 anni, noto a tutti per la sua interpretazione di John Coffey, il Gigante buono del ‘Miglio Verde’ (per il quale ebbe anche una nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista nel 2000). Michael Clarke Duncan, secondo le dichiarazioni dei suoi familiari, era ricoverato in un ospedale di Los Angeles dallo scorso 13 luglio dopo aver avuto un infarto dal quale non è riuscito a riprendersi. Il decesso è stato dichiarato il 3 settembre per i postumi dell’attacco cardiaco che lo hanno tormentato per tutta l’estate. Inutile le continue cure dei medici.

Michael Clarke Duncan è nato a Chicago il 10 settembre del 1957, uno dei più grandi caratterista di Hollywood, è stato attore e doppiatore. Vista la sua immensa mole (198 cm di altezza per 150 kg di peso), molti team di football americano iniziarono a contenderselo, ma la madre glielo proibì. Il sogno di Duncan era il cinema e Hollywood. La sua fortuna fu quella di conoscere Will Smith dove, prima fu assunto dall’attore come guardia del corpo, in seguito partecipò a un episodio di Willy il principe di Bel-Air. La svolta arriva quando Bruce Willis lo vuole sul set di ‘Armageddon’ nel 1998 e da lì è stato un crescendo con l’apice de ‘Il Miglio Verde’. Tra i suoi film ricordiamo l’interpretazione di Kingpin in ‘Daredevil’, ‘Fbi protezione testimoni’, ‘The Island’, ‘Sin City’, ‘Street Fighter – La leggenda’ e la sua ultima apparizione in ‘Cross’.