Formula 1: a Monza vince Hamilton, Alonso terzo

FORMULA 1: Domenica positiva per Alonso e la Ferrari. Lo spagnolo nel Gran premio italiano di Monza si piazza terzo, ma guadagna punti su Vettel e Webber ambedue non giunti al traguardo.

A Monza vince Hamilton su McLaren, per il britannico è il primo successo in Italia. Dietro il pilota della McLaren sul secondo gradino del podio è il sorprendente messicano Perez, che precede i due ferraristi, Alonso terzo e Massa ai piedi del podio.

Lo spagnolo della Ferrari è bravissimo alla partenza a guadagnare subito 3 posizioni, e altre due in pochi km. Al giro 29 supera il tedesco Vettel, il quale per un problema all’alternatore è poi costretto a dare forfait. Dopo qualche giro abbandonano la gara anche l’altra Red Bull di Webber, e la McLaren di Button.

Dopo la sosta il messicano Perez è il più veloce, arrivando ad insidiare il successo del britannico che giunge primo dopo 1h19’41″221, con una velocità media di 230,943 km/h. Per il messicano su Sauber il ritardo è di 4″356, mentre Alonso giunge dopo 20″594, e il brasiliano Massa dopo 29″667. In zona punti anche il finlandese Raikkonen su Sauber, i tedeschi M. Schumacher e Rosberg su Mercedes, il britannico Di Resta su Force India, il nipponico Kobayashi su Sauber, e infine Senna su Williams.

Nella classifica piloti Alonso consolida il primato con 179 punti, balzo in avanti di Hamilton, ora secondo con 142 punti. I due piloti della Red Bull Vettel con 140 punti, e Webber con 132 punti sono superati anche da Raikkonen che si prende il terzo posto con 141 punti. Più staccati gli altri: Button è sesto con 101 punti, Rosberg 83p., lo squalificato (per questo gran premio) Grosjean è ottavo con 76 punti, il messicano Perez è nono con 65 punti, decimo l’altro ferrarista Massa con 47 punti, che precede M. Schumacher undicesimo con 43p.

Nella classifica costruttori Red Bull ancora prima con 272 punti, ma la scuderia austriaca, con sede in Gran Bretagna e campione del Mondo in carica, dopo la pessima prova odierna è tallonata da McLaren, seconda con 243p. e dalla Ferrari, terza con 226punti. Quarta la Lotus con 217p, quinta la Mercedes con 126p, sesta la Sauber con 100p.

Con il Gp di Monza, il grande circo della Formula 1 abbandona l’Europa, e si trasferisce in Asia. Domenica 23 si corre in Singapore, il 7 ottobre in Giappone, il 14 in Corea, il 28 in India, il  4 novembre negli Emirati Arabi, prima delle ultime due gare nel continente americano: il 18 negli Stati Uniti, il 25 si chiude in Brasile.

Sette gran premi con ambedue le classifiche mondiali apertissime, sarà un grande spettacolo!

A fine gara ecco le dichiarazioni dei principali protagonisti. Il vincitore Hamilton: “È stata una gara ‘regolare’ e l’essere partito bene è stato importante per il resto del Gp“. Il messicano Perez giunto secondo è raggiante: “una gara bellissima per me e per la squadra anche dal punto di vista della strategia”.

Alonso è altrettanto raggiante: “è stata una giornata perfetta per noi. La vittoria non era alla mia portata partendo decimo e visto che non si poteva vincere l’obiettivo successivo era il podio”. L’altro ferrarista Massa: “un podio sarebbe stato meglio. Era duro alla fine tenere le gomme, le mie erano finite. Però per me me non è stata una gara negativa”.