Lazio: taglia posti letto in ospedale mentre gruppi consiliari spendono milioni di euro

Il sistema Lazio che prevedeva la spartizione dei fondi ai gruppi politici della Regione era noto a tutti, basta partire dal 2011, quando si decide di stanziare a bilancio 8,9 milioni di euro da distribuire generosamente ai partiti, opposizione compresa.
Il quotidiano Il Mattino, riporta dati interessanti, che è bene rendere noto. il presidente è Mario Abbruzzese, Pdl, i vicepresidenti sono Raffaele D’Ambrosio Udc e Bruno Astorre Pd; seguono Gianfranco Gatti Lista Polverini, Isabella Rauti Pdl e Claudio Bucci Idv.

I gruppi possono spendere i soldi come vogliono, senza controlli, mentre i consiglieri dovrebbero conservare le ricevute.
Queste somme non sono inserite in alcun bilancio, nessuno conosce il tipo di spesa fatto. Qualcuno si chiede come sia possibile che il sistema sia saltato; la risposta è semplice, in seguito ad una lite. Nel Pdl gli esponenti di area Forza Italia hanno puntato il dito contro quelli di area ex An, per il modo in cui si gestivano i 2,7 milioni di euro a disposizione del gruppo.
Lasciando correre la cronaca dello scontro, nel paese si scopre che nel Lazio si tagliano i posti letto degli ospedali, mentre i gruppi consiliari spendono milioni di euro in cene, viaggi, finanziamenti ad associazioni, vacanze.

Ma non è tutto, poiché sulla distribuzione dei soldi emergono dati interessanti: l’ Italia dei Valori con cinque consiglieri ha preso 1,2 milioni di euro, l’Udc con sei ha avuto 887 mila euro. A questi si aggiungono i mono gruppi, gruppi indipendenti come il Misto o i Responsabili, che usufruiscono di una propria cassa.

Stando a quanto scrive Il Mattino, alla torta partecipano tutti : “Paris, del gruppo Misto, iscrive 95 mila euro alla voce «varie» ed è metà dei soldi che ha ricevuto. Francesco Pasquali, capogruppo di Futuro e Libertà spende per i collaboratori 96 mila euro. Per i Verdi Angelo Bonelli, che è anche presidente del partito, mette a bilancio 36 mila euro spesi in alberghi, ristoranti e bar. Il Partito socialista, (Luciano Romanzi), in totale ha ricevuto 169 mila euro”.

Al Pdl, che ha diciassette consiglieri, sono andati 2.735.502 euro, il Partito democratico ha ricevuto 2.017.946 di euro. La Lista Polverini è al terzo posto come risorse a disposizione: 1.913.628 euro. Ogni ulteriore commento è lasciato a chi legge.