Roma: Spaccia cocaina, arrestato il direttore delle Poste del Senato


E’ stato arrestato e quindi trattenuto ai domiciliari per spaccio di cocaina, il direttore del’ufficio delle Poste del Senato. Il dirigente in questione, Orlando Ranaldi, di 53 anni e originario di Olevano Romano, è stato intercettato e fermato dai carabinieri della Stazione di Valmontone che da tempo stavano conducendo un’operazione anti-droga presso la zona a sud di Roma.

Con ogni probabilità, l’uomo ricopriva un ruolo rilevante all’interno di una fitta organizzazione internazionale per il rifornimento e lo spaccio di cocaina gestita da un gruppo di albanesi e italiani. Ritirava la droga da un boss albanese e in seguito si occupava personalmente delle operazioni di vendita attraverso la gestione dei pusher nella provincia romana.

L’operazione, condotta con successo dalle forze dell’ordine a sud della capitale, ha portato all’arresto di tre albanesi e altri sei italiani, tra cui un vigile urbano del Comune di Valmontone, Stefano Gallo, e un autista di autobus, Alessandro Mele, i quali sembra che si siano prestati allo smercio della cocaina per conto dell’organizzazione finanche usufruendo dei mezzi di servizio. Molti degli arrestati sono stati condotti in carcere mentre quattro sono stati ridotti agli arresti domiciliari.

Al diffondersi della notizia grande è stato lo sbigottimento e l’incredulità dei senatori che si sono detti profondamente delusi di fronte al verificarsi di questo ennesimo deplorevole episodio di cronaca italiana.