Catena Umana no Stop! Il 21 dicembre assedio al Parlamento

Il gruppo nato su facebook e poi concretizzatosi a Roma sotto forma di ‘Catena umana attorno al parlamento italiano‘, registra sempre più iscritti e dopo i vari presidi e manifestazioni nella città capitolina, e di cui poche testate ne hanno parlato, hanno stabilito un nuova data per farsi sentire a gran voce: il 21 dicembre 2012, Assedio al Parlamento con un slogan molto forte «Se non sei parte della soluzione, allora sei parte del problema».

Le loro parole risuonano epiche, ma forse è quello che ci vuole per scuotere la maggior parte degli italiani ‘non svegli‘, inermi e/o inerti davanti a quello che i membri del parlamento, sedendo sulle loro lussuosissime poltrone, continuano a fare mentre l’italiano medio ‘tira a campare‘ guardando in faccia il proprio futuro senza poter far nulla. L’ultima affermazione poco felice arriva dal ministro del lavoro Elsa Fornero definendo ‘Schizzinosi‘ i giovani al primo impiego. Forse lei non sa che i ragazzi universitari per mantenersi gli studi svolgono i lavori più umili senza vergognarsi e disprezzare qualsiasi mestiere svolto nella lealtà più assoluta. E forse non sa che l’Italia mette in ginocchio questi giovani laureati al primo impiego, e lo fa a suon di tirocini infiniti, contratti di stage, contratti a progetto e soprattutto ‘malpagati‘. Come possono essere ‘choosy‘ (come adora pronunciare la ministra, ndr) questi giovani se l’offerta del lavoro italiano è formata da co.co.co, precarietà e instabilità più critica? Meditate gente, meditate…

Tuttavia questo può essere solo una piccola parte per cui la ‘Catena Umana‘ è ‘arrabbiata‘ ed è come dovremo essere tutti noi. La pagina facebook mette in evidenza un post in cui sono riassunti tutti i motivi per i quali dovremo chiedere l’arresto immediato di tutti i banchieri e politicanti da quattro soldi, seguendo l’esempio dell’Islanda.

Di seguito riportiamo il testo del post pubblicato qualche giorno fa sulla fanpage ufficiale del movimento:

Chiediamo la rimozione del peggior Capo dello Stato che l’Italia abbia mai avuto… per aver calpestato e violato ripetutamente la Costituzione, chiediamo il licenziamento in tronco di tutti i parlamentari e senatori e del Governo… e lo stop immediato a tutti i loro privilegi e la restituzione di soldi e beni. Chiediamo l’arresto immediato di Monti e della sua cricca! Chiediamo l’arresto di tutti i direttori di giornali e di televisioni e ripristino di una informazione libera ed indipendente. Chiediamo la sospensione degli accordi con lo Stato del Vaticano e un referendum che decida se ha diritto di rimanere a Roma ed in Italia. Chiediamo la sospensione di tutti i mutui sulla prima casa, il blocco degli sfratti, il riallaccio di tutte le utenze bloccate per luce, acqua e gas e la chiusura immediata di Equitalia con l’arresto immediato dei suoi strozzini. Aumento delle pensioni minime immediato e licenziamento di tutti i dirigenti e funzionari di ogni ordine e grado! Chiediamo l’arresto immediato di tutti i segretari di partito di qualunque bandiera degli ultimi 20 anni, l’arresto dei tre segretari generali dei principali sindacati, l’arresto del Generale dell’Arma dei Carabinieri, del Generale della Guardia di Finanza, dell’Esercito Italiano e del Capo ed ex Capo della Polizia!La nostra proposta è quella del voto diretto del nuovo Capo dello Stato da parte dei cittadini, la sospensione del voto politico di aprile e la creazione di un Governo tecnico vero e non politico come quello di Monti e che tre anni lavori sul serio non per le banche ed il nuovo ordine mondiale ma per i cittadini!

Tutto questo sarà possibile solo se saremo uniti… «perché il popolo quando si muove unito assume una forza impressionante» e nessuno potrà fermare questo tsunami che si sta per scatenare su una intera classe politica e finanziaria anziana e corrotta dal sistema mafioso e delle raccomandazioni: BASTA… IL VOSTRO TEMPO E’ FINITO… THE END!

E voi cosa ne pensate? Parteciperete? Vi aggancerete a questa catena per far valere i vostri diritti?