Cleopatra: ciclone del maltempo autunnale in Italia che allerta Roma

MALTEMPO ITALIA – Dopo il caldo infernale e gli anticicloni di questa estate 2012 adesso è il turno del ciclone Cleopatra che inizierà a colpire le città italiane proprio questa notte. La tempesta che si avvicina  ha spinto la Protezione Civile ad avvisare i cittadini romani di limitarsi negli spostamenti, senza però creare troppi allarmismi. Le zone più colpite, infatti, saranno il Lazio con Roma, poi Campania che solo oggi avrà tregua con un po’ di sole, ancora Sicilia e al nord in Friuli Venezia Giulia. 

Non volendo commettere gli errori del passato sembra che la Protezione Civili a Roma sia attivissima: si sono tenute diverse riunioni operative con la polizia locale e tutte le strutture comunali, inclusi i municipi e il Campidoglio è in costante contatto con la protezione civile regionale e il dipartimento nazionale per affrontare «l’evento meteorologico estremo con piogge e venti di forte intensità». Ai 650 agenti della Polizia Roma Capitale già attivi nel controllo degli argini di Tevere e Aniene, lunedì si aggiungeranno 600 unità operative, tra personale della Protezione civile comunale, volontari, operatori Ama e Servizio giardini, che utilizzeranno mezzi e materiali per risolvere allagamenti, mettere in sicurezza gli alberi e gestire ogni altro genere di criticità.

Per far fronte a tutto questo sono state impiegate 10 squadre con mezzi pesanti per la pulizia profonda di tombini e pozzetti mentre Ama sta lavorando ininterrottamente per rimuovere le foglie dalle caditoie.

LE ZONE INTERESSATE – Il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, tuttavia dichiara che le zone più colpite saranno quelle centrali tirreniche. Le piogge potranno interessare anche bacini di fiumi importanti, come il Tevere,  l’Aniene e l’Arno, «con possibili effetti sui corsi d’acqua principali e sul reticolo idraulico primario».

Purtroppo il quadro non è rassicurante anche se si cerca di ‘sensibilizzare‘ senza creare paura tra i cittadini ed è lo stesso Gabrielli a dichiarare che:  «Avremo questo inizio di autunno molto importante che andrà a colpire un territorio che ha avuto una serie di episodi critici in estate, con molte aree percorse dal fuoco – Gabrielli prosegue dicendo che ci saranno – sicuramente dilavamenti con possibilità di smottamenti e frane – dunque – quadro non rassicurante». Continua il capo della Protezione Civile: «non non dobbiamo fare l’errore di entrare in un loop di panico al contrario dobbiamo entrare nell’ordine di idee che questi fenomeni sono sempre più frequenti e che quindi dobbiamo prepararci per tempo».

Intanto il direttore del portale web ilmeteo.it, Antonio Sanò, dichiara: Domenica mattina è attesa una breve tregua, sebbene molte nubi copriranno ancora i cieli di quasi tutte le regioni, ritrovando delle piogge sia al nord tra Piemonte e Lombardia sia soprattutto al sud sulla Campania. Ci sarà un severo guasto del tempo operato dal Ciclone Cleopatra in formazione sul Mediterraneo occidentale scatenato dai contrasti tra l’aria più fresca artica che scende da nord con l’aria più calda e umida in risalita dell’entroterra marocchino e tunisino prima verso le Baleari e la Sardegna e poi direttamente verso l’Italia».

Intanto, questo maltempo autunnale ha già colpito Bologna. Ieri sera, un violento acquazzone ha provocato l’allagamento delle gradinate del PalaDozza, il palazzetto dello sport dove questa sera è stato annullato lo spettacolo comico “Bologna Ridens“. E sembra essere a rischio anche la partita di basket in programma oggi pomeriggio tra Biancoblu e Capo d’Orlando (Lega 2). Per cercare di ripristinare l’impianto gli addetti hanno lavorato tutta la notte.