Gossip Girl 6: riassunto terza puntata. “Dirty Rotten Scandals”.

Trasmessa la terza puntata di Gossip Girl 6 Dirty Rotten Scandals: di seguito la sintesi con gli elementi più salienti.

Blair è nel panico per l’organizzazione della sua prima sfilata: non ha una it-girl che faccia da testimonial alla sua linea di abiti e, come se non bastasse, sviene ed è costretta a rimanere a riposo per la troppa fatica. Serena inizialmente rifiuta di aiutare Blair, affermando di avere ormai una nuova famiglia, ma sarà costretta a richiamare lei stessa la giovane stilista per accontentare un capriccio di Sage: dedicarsi alla moda e alle sfilate come attività extrascolastiche. I rapporti tra la ragazzina e la bionda protagonista sono però più tesi che mai: Serena non riesce a portarla sulla buona strada e per di più la liceale la manderà su tutte le furie quando rovinerà la sfilata di Blair, togliendosi i vestiti e rimanendo solo in intimo; cosa che sconvolge tutti i presenti (il padre Steven compreso) e che dà una pessima pubblicità alla Waldorf Design. In ogni caso, a dispetto di tutte le macchinazioni machiavelliche di Sage, la storia tra Serena e Steven continua; dall’altro lato, Blair si consola con la compagnia di Chuck, più romantico che mai (nel finale infatti i due si addormenteranno vicini ed abbracciati). Intanto, Nate, dopo aver pubblicato sullo Spectator la prima puntata del manoscritto di Dan (che rivela la relazione segreta tra Rufus e Ivy, la finta Charlie), viene “scaricato” da quest’ultimo, che porta alla luce finalmente il suo lato cinico e comincia a guardare esclusivamente ai propri interessi: vende i diritti di pubblicazione al più noto Vanity Fair. Dulcis in fundo, l’improbabile storia tra Rufus e Ivy va avanti, a detta dei protagonisti “sta diventando una relazione seria” e prossimamente si presenteranno insieme in pubblico. In più, molti sono gli indizi che ci porterebbero a credere che Gossip Girl non sia altro che Ivy: sarà davvero così?

Certo è che mancano solo 6 puntate alla fine di Gossip Girl 6. (Per fortuna o purtroppo?)