Mario Monti: “Lascerò il governo”

Il Presidente Mario Monti comunica la sua intenzione di lasciare il governo del paese ad altri nei prossimi mesi. Con un sagace intervento al Forum della Cooperazione di Milano il Presidente del Consiglio allude alla normale scadenza della sua legislatura e chiarisce la necessità di un cambio di governo in seguito alle elezioni. Mentre la politica italiana è spaccata da giorni in merito all’eventualità di un Monti-bis, il Premier ha cura di chiarire la sua nuova posizione. La settimana scorsa sembrava poter balenare per lui la possibilità di un secondo incarico visto e considerato che lo stesso Monti non aveva totalmente respinto l’ipotesi di una ricandidatura. Egli infatti aveva parlato dell’eventualità di un bis nel caso in cui si fossero verificate “circostanze speciali”, ma oggi, invece, il Premier sembra deciso a voltare pagina.  Durante il suo intervento al Forum di Milano ha palesemente dichiarato che la sua speranza consiste nel credere che con la Cooperazione possa lasciare il paese “un po’ meno rassegnato e un po’ più rasserenato”.

Particolarmente interessante è risultato in particolare, l’intervento del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che in merito al Monti-bis si è detto ben disposto, ma solo con la legittimità del voto, infatti ha dichiarato: “Se ha la maggioranza ben venga, è una persona di alto livello”.

Mario Monti ha infine concluso il suo intervento con una lapidaria sentenza che svela un buon auspicio: “Spostare il fronte dell’intolleranza perché non separi chi è di destra da chi è di sinistra, ma chi paga le tasse dagli altri”.