Terremoto, Piacenza: scossa di magnitudo 4.5. Su Twitter dilaga la paura

TERREMOTO – Una nuova scossa di terremoto oggi con ipocentro a 30 km di profondità in provincia di Piacenza, le località prossime all’epicentro sono i comuni di Bettola, Morfasso e Ponte dell’olio. In base a quanto riportato dall’Ingv (Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia) sembra che la scossa sia stata avvertita a Bologna, Parma e altre zone dell’Emilia. La scossa rilevata alle 16:41 è stata di magnitudo 4.5 ed è durata qualche secondo. Sembra non ci siano danni a persone o cose stando alle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile.

Una seconda scossa, più lieve di 2.3 gradi della scala Richter, è stata registrata pochi minuti dopo, alle 16.57, seguita da un’altra di 2.2 gradi alle 17,06. In questo caso l’epicentro è nella Valle del Taro (Parma).

La paura tuttavia dilaga già da qualche ora, in particolare su Twitter dove alcuni utenti impauriti scrivono “Ancora“, “No, basta non finirà mai” e hanno poi segnalato un altra scossa di terremoto nel cuneese, sembrerebbe avvenuta stamattina con una magnitudo 3,9 alle ore 11: 30. Il Dipartimento della protezione Civile indica i comuni prossimi all’epicentro: Sampeyre, Frassino e Macra. L’ipocentro è stato stimato ad una profondità inferiore a 10 km e tuttavia alcune scuole sono state fatte evacuare come la scuola Pivano e l’attigua Media, così come a Caraglio all’istituto comprensivo con 700 allievi. Evacuate anche le scuole di Dronero e Stroppo. Sgomberata anche la Materna a Sampeyre (è stata registrata una crepa nella struttura e i ragazzi sono stati fatti andare a casa). Nel carcere di Saluzzo i detenuti ospitati nei piani alti della struttura sono stati fatti uscire dalle celle e portati nei corridoi.