Vasco Rossi lascia la clinica con il parere contrario dei medici

Vasco Rossi è uscito da Villaba, la clinica bolognese in cui era ricoverato dallo scorso 12 settembre. Lo ha fatto firmando il foglio di dimissioni questa mattina in accordo con la sua famiglia, ma contro il parere dei medici.
A poche ore dalle sue dimissioni dalla clinica, il direttore sanitario, Paolo Guelfi, ha diramato l’ultimo bollettino medico sulla salute del cantante: «Era stato ricoverato il giorno 12/9/2012 allorchè si erano resi necessari accertamenti clinici di varia natura: l’équipe di specialisti che ha seguito il paziente, guidata dal dottor Paolo Guelfi, ha rilevato la necessità di impostare e praticare per tutto il periodo della degenza una intensa terapia in grado di fronteggiare una complessa situazione clinica. Su espressa decisione del paziente, la terapia da oggi verrà proseguita al suo domicilio».

Così sono state messe a tacere anche le voci, riportate da una radio romana e sul web, secondo cui il Blasco era morto.
Rumors smentiti dalla portavoce del rocker, Tania Sachs, e dallo stesso Blasco con la sua apparizione al di fuori della clinica dove insieme alla moglie, Laura Schmidt, ha salutato i fan presenti che lo aspettavano all’uscita.
Il rocker di Zocca ha poi commentato così la notizia della sua presunta dipartita: “Leggere o sentirti dire che sei morto la migliore prova della propria esistenza in vita

C’è anche un’altra novità che riguarda il mondo di Vasco Rossi, un cambio ai vertici del suo management: Stefano Salvati, regista bolognese già presidente della Vasco Rossi Dancing Project e artefice dello sbarco del cantante alla Scala di Milano oltre che del concerto dell’8 settembre al Cromie di Castellaneta Marina, ha preso il posto di Floriano Fini, a capo della ‘macchina‘ Rossi dalla fine degli anni ’90.