A Glimpse Inside the Mind of Charles Swan III: anteprima mondiale

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMAA Glimpse Inside the Mind of Charles Swan III è il nuovo film di Roman Coppola (figlio d’arte di Francis Ford) presentato giovedì 15 novembre in anteprima mondiale al Festival Internazionale del Film di Roma. Come dice il titolo, il film è un vero e proprio salto nella mente del protagonista, Mr. Charles Swan (interpretato da Charlie Sheen): un uomo che ha tutto ciò che si può desiderare; fama, denaro e fascino, un tipico casanova, amante delle donne, che però è ossessivamente tormentato da Ivana (Katheryn Winnick), la donna bella e imperscrutabile di cui è innamorato, che decide improvvisamente di troncare la loro relazione. Un viaggio tra la realtà e le fantasticherie generate dalla mente del protagonista: introdotto dalle immagini tipiche della cultura pop, che esprimono al meglio i pensieri di Charles III, la commedia è brillante, scoppiettante e ironica. Roman Coppola (in questa sua secondo regia, dopo CQ, omaggio a Bava e Magheriti) è riuscito a realizzare una splendida parodia del musical, del western e della commedia stessa; i protagonisti improvvisano gag esilaranti, balletti e performance musicali, fino ad arrivare ad uno spettacolo di marionette; il tutto è in pieno stile postmoderno, più attento all’aspetto visivo piuttosto che alla logica narrativa. I personaggi infatti sono attenti all’estetica, si muovono in case da sogno e sono caratterizzati proprio dai loro abiti o dagli accessori che indossano: gli occhiali da sole per Charles, vestiti scollati e provocanti per Ivana, la fascia tra i capelli per la sorella Isabel.

Al di là dei numerosi critici snob che non sanno fare altro che puntare il dito contro il regista, accusato di soffrire di complessi di inferiorità rispetto al padre, molti sono stati gli applausi per questa commedia brillante che mette di buon umore, mostrando sul grande schermo non solo un trauma banale, quale la fine di un amore, ma anche il modo di fantasticare, ai limiti del delirio, tipico della gente comune: chi non è mai stato ostaggio della propria mente che produce fantasie megalomani? Particolari sono stati i titoli di coda, sostituiti da una sorta di coreografia in stile musical in cui gli attori si presentano cantando e ballando. Ospiti speciali in sala: Roman Coppola e la bella protagonista Katheryn Winnick.