Hurricane Sandy Coming Together. Le star supportano le vittime

E’ stato trasmesso ieri  il concerto di beneficenza Hurricane Sandy Coming Together alle ore 1.00 di notte (ora italiana) sul canale NBC statunitense (il canale 27 del digitale terrestre). Molte sono le star di fama mondiale che hanno deciso di mostrarsi vicine alle vittime dell’uragano Sandy, partecipando a questa manifestazione di supporto, il cui ricavato è stato devoluto alla Croce Rossa Americana, negli ultimi giorni impegnatissima nei soccorsi alla costa Est del paese. Una calamità naturale tra le più violente degli ultimi anni, che sta mettendo a dura prova gli americani, che ha fermato la vita di intere città per giorni, con numerose vittime e danni, e i cui effetti sono ancora evidenti sulla vita quotidiana. Ad organizzare il tutto è stato Bruce Springsteen (originario del New Jersey), che ha incitato più volte i suoi colleghi a dare degli aiuti tangibili. Accanto a lui Christina Aguilera, Steven Tyler, Mary J. Blige, Jon Bon Jovi, Billy Joel, Sting, il comico Jimmy Fallon, gli attori Danny De Vito, Tina Fey, Kevin Bacon e Jon Stewart e molti altri: tutti si sono ritrovati al Rockfeller Centre di New York, dopo aver annullato ogni altro impegno. Un’ora di spettacolo, senza neppure pubblicità: ogni artista, così come successe anche dopo l’attentato dell’11 settembre 2001, ha eseguito sul palco un proprio successo (correlato ovviamente alla tragica tempesta che ha colpito l’America); sullo sfondo invece immagini della distruzione causata dall’ Hurricane Sandy e appelli a donare fondi. Il popolo statunitense, come sempre, si è mostrato anche questa volta unito nel dolore e pronto a ricostruire una delle zone più vive e ricche degli Stati Uniti.

Bruce Springsteen ha chiuso l’ Hurricane Sandy: coming together con la frase “Dio benedica New York, Dio benedica la costa del Jersey”, seguita poi dall’esibizione di Sting con la hit dei Police Message in a bottle.